Alessandria: sottrae la borsa ad una ragazza colpendola al volto, arrestato



I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Alessandria hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 19enne nato in Marocco per aver commesso una rapina i danni di una ragazza romena 29enne. Nella serata del 24 luglio infatti, i militari sono intervenuti in via Verona dove, con la collaborazione di un Agente della Polizia Penitenziaria, avevano fermato un 19enne noto alle Forze di Polizia per aver già commesso fatti analoghi in precedenza. Infatti il ragazzo era stato arrestato sempre dai Carabinieri della Compagnia di Alessandria, lo scorso giugno in piazzale Curiel, per la rapina ai danni di una 67enne che aveva aggredito mentre si trovava a bordo di un autobus per sottrarle la borsa ed il portafoglio, colpendola anche in quel caso con un pugno al volto.
Il giovane, questa volta, intorno alle 19.30, ha notato una ragazza che passeggiava percorrendo via Mazzini e ha deciso di scipparle la borsa. Per portare a termine il suo intento criminale l’ha seguita aggredendola senza però riuscire nel suo intento.
Difronte all’opposizione della vittima non ha però desistito, ma l’ha colpita sferrandole un pugno al volto facendola così cadere a terra.
La cruenta scena non è fortunatamente passata inosservata ed alcuni passanti, soccorsa la donna, si sono messi all’inseguimento del rapinatore, riuscendo insieme ad un agente della penitenziaria di passaggio e alla pattuglia del Radiomobile immediatamente intervenuta sul posto a bloccarlo poco distante.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22573 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.