28 maggio, la data in memoria dei Caduti della Battaglia di Aprilia



La giornata del ricordo “28 Maggio 1944 : la Battaglia di Aprilia” in memoria dei Caduti è stata
istituita con Deliberazione del Consiglio Comunale n°3 del 31.01.2013. A seguito dello Sbarco
alleato nel gennaio 1944 Aprilia fu per 4 mesi cruento teatro di battaglia tra l’esercito anglo-
americano e quello tedesco nel cammino verso la liberazione di Roma.
I combattimenti ebbero termine nei giorni intorno al 28 maggio, data in cui si completò la
Liberazione dell’Agro Pontino.
Nel maggio 2012 l’Associazione “Un ricordo per la Pace” fu promotrice dell’iniziativa con
l’adesione delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma di Aprilia ed altre Associazioni locali, tra
cui la Croce Rossa Italiana.
La richiesta sottoposta al Comune di Aprilia a firma delle Associazioni si avvaleva delle seguenti
motivazioni:
“ A seguito dello Sbarco degli alleati ad Anzio il 22 gennaio 1944 la nostra Città divenne per 4 mesi
cruento teatro di battaglia tra l’esercito anglo-americano e quello tedesco nel cammino verso la
liberazione di Roma avvenuta il 4 giugno 1944; immani furono le sofferenze che dovette subire la
popolazione del territorio costretta ad abbandonare le proprie abitazioni e ad affrontare, a guerra
finita, la gravosa opera della ricostruzione;
nel ricordo di tutte le vittime militari e civili del conflitto, dell’eroica opera di bonifica dei terreni da
mine ed ordigni effettuata a costo della propria vita dagli “sminatori” di Aprilia.
Motivazioni queste del conferimento ad Aprilia in data 8 febbraio 2001 della Medaglia di bronzo al
merito civile”.
Elisa Bonacini presidente di “Un ricordo per la pace” :
Siamo al sesto anniversario dell’istituzionalizzazione di questa data così importante nella crescita
culturale della città di Aprilia.
Il ricordo vada doveroso ai soldati che persero la vita nei combattimenti ed alle tante vittime civili
che pagarono sulla propria pelle gli orrori della guerra.
Aprilia venne rasa al suolo a soli 7 anni “dove tutto ancora odorava di calce e di nuovo” così
rievocava lo storico Bernardino Tofani.
Sono le speranze tradite dei nostri pionieri fondatori che videro annientato con il sopraggiungere
della guerra il frutto di tanto lavoro, sono quelle speranze che ci devono spingere ad un sempre
maggiore impegno a divenire operatori di pace, di una cultura dell’accoglienza e della solidarietà.
Il 28 maggio 1944 vide la rinascita di Aprilia. Facciamo in modo che questa giornata costituisca
davvero un momento di riflessione sul valore della democrazia, della pace e della cultura che ne è
sempre promotrice.
L’augurio del 28 maggio è la stesso dei nostri Pionieri Fondatori : “ Che Aprilia sia sempre più una
terra fertile dove vivere in pace e prosperità”.
Buon 28 maggio a tutti!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22316 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.