8 interessanti benefici del cannabidiolo

8 interessanti benefici del cannabidiolo



Il cannabidiolo, noto con la sigla CBD, è una sostanza presente nella Cannabis Sativa che ha numerosi effetti benefici sulla nostra salute fisica e mentale. Potrebbe diventare in futuro un prodotto fondamentale nel trattamento di disturbi cronici o fastidi derivati dalle sollecitazioni esterne della vita quotidiana. Un ottimo alleato del benessere che valuteremo in 8 interessanti benefici!

  1. Innocuo

Il cannabidiolo può essere acquistato senza ricetta medica come olio di CBD, un estratto ottenuto dai fiori di canapa in maniera naturale.

Si può ordinare direttamente online, assicurandosi che il prodotto venga prodotto in maniera naturale. Sul sito www.enecta.it potete trovare informazioni specifiche sulle tipologie di prodotti, la modalità di distribuzione e i consigli su come utilizzarli e per quali trattamenti. Il blog di supporto inoltre consente di avere una panoramica esaustiva sulle proprietà della sostanza e sull’importanza che riveste per la salute di tutti.

A differenza del THC non è psicoattivo e non genera quindi i fastidi tipici della Cannabis quale battito accelerato, paranoia e tremori, anzi ne allevia gli effetti.

  1. Antidolorifico e Analgesico

Diversi studi e numerose testimonianze di persone che assumono regolarmente cannabis terapeutica, dimostrano l’efficacia che il CBD ha nella riduzione del dolore derivante da malattie croniche. Agisce infatti sui recettori e stimola le risposte a diverse parti del corpo, favorendo un beneficio neurologico elevato.

  1. Ansiolitico

Il CBD agisce in maniera molto positiva nel trattamento del Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS) e del Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). L’azione benefica deriva dalla correlazione che queste malattie hanno con la carenza di anandamide nel sistema endocannabinoide umano. I pazienti quindi possono alleviare la loro sofferenza con l’assunzione di estratti a base di Cannabis ad alto contenuto di CBD.

  1. Antipsicotico

Il CBD aiuta nel trattamento di disturbi mentali come schizofrenia o il disturbo bipolare. La sua azione antipsicotica può essere inoltre d’aiuto anche nelle situazioni in cui una persona assume in maniera importante THC, annullandone gli effetti psicoattivi.

  1. Previene la nausea

L’olio di CBD è efficace anche nella riduzione della nausea, evitando la spiacevole conseguenza del vomito. Essendo poi completamente naturali, a differenza di altri prodotti antiemetici, non hanno un sapore sgradevole e sono altamente digeribili. Sono quindi utilissimi nel trattamento di questi problemi, riducendo ampiamente anche gli effetti collaterali dei medicinali tradizionali.

  1. Trattamento dell’epilessia

I progressi nel trattamento dell’epilessia con il CBD sono ancora in fase di valutazione, ma la sua efficacia è stata provata in alcune forme di epilessia infantile, come la sindrome di Dravet. I risultati più evidenti sono la riduzione importante del numero di crisi epilettiche, che quindi assicura al paziente una vita meno stressante e un maggiore benessere.

  1. Cura della pelle

Ci sono molto prodotti a base di cannabis per la cura della pelle. Dalle pomate agli unguenti, la canapa ed il CBD, contribuiscono ad inibire la produzione della sintesi dei lipidi, producendo un’azione anti-acne sulle cellule della pelle. La cute apparirà più giovane e liscia anche grazie alle proprietà antiossidanti del CBD.

  1. Proprietà antiossidanti

Il CBD oltre alle sue proprietà calmanti, svolge anche una funzione energizzante, in quanto agisce sulle cellule del corpo umani, favorendone la rigenerazione. É quindi un’iniezione di energia per il nostro corpo, unito all’azione antiossidante superiore all’azione della vitamina C ed E.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.