Frosinone, celebrata la giornata dell’infanzia



Il capoluogo ha celebrato la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Comune di Frosinone ha, infatti, organizzato al teatro comunale Nestor un’iniziativa per celebrare l’approvazione della Convenzione, avvenuta nel 1989, attraverso la quale i bambini sono stati considerati, finalmente, persone attivamente coinvolte nelle decisioni loro riguardanti, nonché titolari di diritti inalienabili. Nel 1989 il mondo, attraverso la Convenzione – ratificata, dal nostro Paese, nel 1991 – ha fatto una promessa ai bambini: che avrebbe fatto tutto il possibile per proteggere e promuovere i loro diritti, per consentire loro di crescere e di esprimere il loro pieno potenziale.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio, ha ospitato gli interventi del sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, del Prefetto, S.E. Ignazio Portelli, del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, Jacopo Marzetti, del Dirigente Vicario dell’Ufficio Scolastico Regionale – Ambito Territoriale di Frosinone, Pierino Malandrucco e del calciatore del Frosinone Mirko Gori. L’assessore all’istruzione, Valentina Sementilli, ha condotto i lavori, con il coordinamento di Antonio Loreto, dirigente del settore comunale welfare.

“I vostri insegnanti – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, rivolgendosi ai piccoli alunni presenti – sono un patrimonio prezioso:  rappresentano una famiglia aggiunta, sono professionisti della cultura e della sensibilità. Un altro grande ringraziamento va dedicato alle vostre famiglie. Oggi, far studiare i propri figli non è semplice: papà, mamma, spesso anche i nonni, tolgono a sé stessi perché a voi non manchi nulla.  Grazie a internet e alla tecnologia – ha proseguito – è possibile, oggi, aprire un’immensa finestra sul mondo: al pari di quanto accade nella realtà, nella dimensione virtuale possiamo incontrare chi vuol tenderci una mano ma anche chi non è animato dagli stessi sentimenti di amicizia. I social rappresentano un grande oceano che ci permette di superare quelle colonne d’Ercole che, nella letteratura classica, indicavano il limite estremo del mondo conosciuto. Per navigare, però, bisogna essere attrezzati: in caso di dubbi sulla navigazione e sulle persone conosciute in rete, non esitate a rivolgervi ai vostri genitori o ai vostri insegnanti. Voi possedete dei talenti – ha concluso – ognuno di voi deve coltivarli e metterli a disposizione degli altri, per favorire la crescita dell’intera comunità”. Il sindaco ha poi posto l’accento sulla prossima apertura della sede distaccata del Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza nel capoluogo. Il centro di ascolto e tutela sarà operativo, a breve, presso la sede dei servizi sociali, in via Fabi (ex Mtc): offrirà gratuitamente servizi di informazione, sostegno e orientamento, mediazione familiare, incontri specifici per docenti. Il servizio è rivolto a cittadini, famiglie, case famiglia o centri diurni in tutti quei casi di difficoltà nello svolgimento o nell’interpretazione corretta delle funzioni di protezione, formazione ed educazione nei confronti dei minori.

Nel corso della giornata, si sono susseguite le testimonianze e le performance degli studenti dei quattro istituti comprensivi di Frosinone, dell’istituto “Beata Maria de Mattias” e della Scuola Paritaria Sant’Agostino. In scaletta, anche gli interventi dei Gatti Ostinati, animatori culturali. Presenti anche i volontari della Croce Rossa Italiana-comitato di Frosinone.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22263 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.