Frosinone: martedì 3 ottobre la festa dei Nonni al palazzetto



Anche quest’anno la sezione Anap della Confartigianato Imprese Frosinone e l’amministrazione Ottaviani hanno organizzato la Festa dei Nonni, inserendosi così nel calendario della ricorrenza allestito in tutta Italia per celebrare una figura centrale nelle famiglie. L’iniziativa, realizzata con i comitati dei centri sociali anziani del capoluogo con il coordinamento dell’assessorato di Massimiliano Tagliaferri, si terrà martedì 3 ottobre alle 18 presso il palazzetto dello sport in zona Casaleno. A partire dalle 18.30, si inizierà con l’intrattenimento musicale, con balli popolari, dei laboratori artistici dei centri sociali comunali, a cura del settore servizi sociali e coop Osa. Il programma prevede, alle 20, una gustosa cena curata da Assoeventi Form, agenzia per il lavoro ed ente di formazione di Confartigianato Imprese Frosinone e culminerà con la degustazione di una torta gigante. Immancabile la partecipazione diretta dell’Istituto Alberghiero di Ceccano “al quale – ha affermato il presidente di Confartigianato Imprese Frosinone Augusto Cestra – va il mio più sincero ringraziamento per la preziosa presenza”.

 “La festa dei nonni – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – è una celebrazione nazionale importante, al pari della Festa della Repubblica. Le famiglie e, in particolare, i ragazzi, trovano, nel contributo morale e materiale dei nonni, un punto di riferimento imprescindibile e un supporto sicuro, disinteressato, costante. Da qui a breve, con i referenti dei centri anziani, l’assessore darà indicazione circa le varie attività, come le visite di più giorni, che saranno realizzate con i fondi provenienti da Solidiamo. Con “Solidiamo”, infatti, i gettoni di presenza di sindaco, assessori e consiglieri sono stati ridotti del 50% e destinati a un fondo speciale per finanziare progetti di natura sociale, rivolto ai giovani (mediante la sezione denominata “FormAzione”, le cui premiazioni si sono appena svolte) e agli anziani (progetto “Anchise”). In particolare, il progetto che prende il nome dal padre di Enea è destinato, in parte, al finanziamento di soggiorni e viaggi culturali in musei, siti archeologici e monumentali e, in parte, a corsi di formazione, seminari sull’attività fisica e sull’educazione alimentare, lezioni di musica e ballo, laboratori artistici e informatici. Dal 2012, hanno beneficiato del progetto collegato a “Solidiamo” circa 1.500 anziani, molti dei quali hanno avuto, così, l’opportunità, per la prima volta nella propria vita, di compiere viaggi di più giorni o visitare luoghi d’arte”.

“La prima Festa dei Nonni – ha ricordato Cestra – risale al 2013 quando fu organizzata dalla sezione Anap di Confartigianato per essere festeggiata negli anni a seguire anche a seguito dell’istituzionalizzazione da parte del presidente della Repubblica Ciampi fino alla prossima 15esima edizione – ha dichiarato ancora il presidente Confartigianato – I nonni rivestono sempre più un ruolo determinante sia all’interno delle famiglie, dove sempre più spesso assumono il ruolo di ammortizzatori sociali, ma anche nella cinghia di trasmissione culturale e dei saperi, sopratutto nella salvaguardia dei mestieri antichi. Essi hanno il compito di trasmettere ai giovani i valori e gli ideali importanti della vita sociale e culturale, sempre più dimenticati dalle ultime generazioni”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar photo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 24171 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.