Università più economiche, quelle con le tasse più basse d’Italia

università più economiche



Università più economiche – Un recente studio ha dimostrato che in Italia le tasse universitarie sono molto elevate e che solamente uno studente su 5 può usufruire di una borsa di studio e l’80% degli iscritti non riceve finanziamenti o agevolazioni per le tasse universitarie.

Le università più care sono senza dubbio quelle del Nord Italia, con il Politecnico di Milano a fare da capofila, seguita dall’Università Statale di Milano e dall’Università di Modena e Reggio Emila Con una retta media di circa 1500 €.

Ecco l’elenco completo delle università più care

  • Politecnico di Milano (1.627 euro annuali in media)
  • Statale di Milano (1.467 euro all’anno in media)
  • Università di Modena e Reggio Emilia (1.395 euro in media all’anno)
  • Insubria di Varese-Como (1.392 euro l’anno in media)
  • Ca’ Foscari di Venezia (1.354 euro l’anno in media)
  • IUAV di Venezia (1.350 euro)
  • Pavia (1.343 euro l’anno in media)
  • Università di Padova (1.340 euro)

Di contro però basta spostarsi verso il Centro Sud per trovare delle Università che permettono di frequentare i corsi a costi più accessibili.

Le meno care sono in ordine l’Università di Bologna, l’Università Aldo Moro di Bari, l’Università di Sassari che hanno una retta annua che si aggira intorno ai 600 €.

Università più economiche l’elenco completo

  • Università Politecnica delle Marche (928 euro l’anno in media)
  • Università Federico II, Napoli (869 euro l’anno in media)
  • Università di Cassino (867 euro l’anno in media)
  • Università della Calabria, Cosenza (864 euro l’anno in media)
  • Università della Tuscia, Viterbo (849 euro all’anno in media)
  • Università di Macerata (781 euro all’anno in media)
  • Università di Camerino (750 euro all’anno in media)
  • Politecnico di Bari (709 euro all’anno in media)
  • Università di Sassari (528 euro all’anno in media)
  • Università Aldo Moro di Bari (516 euro in media all’anno)

 

Tra le Università che hanno una retta non troppo elevata troviamo l’Università della Tuscia che, con i suoi 849 €, rientra di diritto tra le Università meno care. In oltre mette in campo diverse esenzioni ed agevolazioni riservate a studenti meritevoli, come esonero dalle tasse universitarie per il primo anno a chi si è diplomato con 100/100 e lode, riduzioni sulle tasse che variano dal 50 al 15% a seconda del voto di maturità.
A prescindere dal voto gli studenti sono comunque tenuti a versare la tassa regionale per il diritto allo studio di 140 € e l’imposta di bollo virtuale di 16 €.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Università più economiche, quelle con le tasse più basse d'Italia

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Samantha Lombardi 6436 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.