Roma, allarme freddo al Tasso e al Righi: studenti in protesta



Sembra non essere ancora finito l’allarme nelle scuole della Capitale a causa del freddo. Un gruppo di studenti dei licei romani ‘Tasso’ e ‘Righi’ non sono entrati nelle aule per protestare contro il freddo. Anche i genitori manifestano la loro preoccupazione affermando che “c’è un’emergenza legata alla mancanza di acqua e al momento non ci sono i riscaldamenti”- queste le parole di Elisabetta Pugliese, presidente del comitato genitori del liceo Tasso- l’anno scolastico comincia a risentirne perché questo problema va avanti da una settimana e si stanno perdendo lezioni. Ci vuole un intervento risolutivo per conoscere qual è la causa di questa emergenza e intervenire”. Conclude sottolineando che “ci sono 1600 studenti che devono andare a scuola”.

Il problema per quanto riguarda il liceo Righi sarebbe dovuto all’impianto idrico che necessiterebbe di interventi strutturali complessi. Si dovrà, quindi, attendere che il sistema idrico raggiunga il regime per poter avviare l’impianto termico. Già nei giorni passati si erano registrati forti disagi al ‘Righi’ a causa di un guasto tecnico che aveva tenuto la scuola senz’acqua per tre giorni.

Una delegazione di studenti si è recata a Palazzo Valentini per un incontro sulle due scuole al freddo. I ragazzi sono stati così ricevuti dai rappresentanti dell’ex provincia.  “Domani tutti gli enti interessati al problema – racconta Guido Ripanti studente e rappresentante di istituto del ‘Tasso’ – dalla Città Metropolitana all’Acea, si siederanno finalmente attorno a un tavolo per trovare una soluzione, senza rimpalli di responsabilità”.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.