Fiumicino, aeroporto, 90 i lavoratori licenziati dalla Ecotech



[su_quote]

Sono circa 90 i lavoratori e le relative famiglie finite in mezzo ad una strada in seguito alla recente decisione della ECOTECH di licenziare in tronco i circa 90 lavoratori proprio durante le festività natalizie.

ECOTECH opera nel settore delle pulizie di bordo presso l’aeroporto di Fiumicino, la società è subentrata in seguito alla cessione di ramo di azienda effettuata dalla National Cleanness S.r.l. pochi mesi fà.

Da subito sono iniziati i problemi, mancati pagamenti e pagamenti parziali sono solo la punta dell’iceberg dei pochi mesi di gestione, la quasi totalità dei lavoratori coinvolti ha come minimo due o tre mensilità arretrate nonostante le buste paga siano state regolarmente consegnate.

Quindi durante l’inaugurazione della nuova aerostazione si consumava questo ennesimo dramma occupazionale all’interno del primo scalo italiano.

Ma chi ha dato il benestare per questa cessione e per altre cessioni fallimentari? I sindacati dove erano e dove sono? Aeroporti di Roma dove era e dove è? Enac dove era e dove è?

Come si può autorizzare licenziamenti di massa camuffati da cessioni di azienda?

La beffa è che in queste ultime ore circa 20 lavoratori appena licenziati sono stati contattati da un altro handler per fare lo stesso lavoro, chiaramente a condizioni e retribuzione molto inferiori, chi fa finta ancora di non vedere questo mercato delle vacche?

Occorre schedare i responsabili di queste vili azioni e bandirli affinchè non ripetano simili comportamenti.

[/su_quote]

Riceviamo e pubblichiamo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.