Bracciano – Avviato il progetto autismo e inclusione scolastica



Cresce l’attenzione a Bracciano per le tematiche riguardanti l’autismo, che grazie a questo progetto realizzato dall’associazione Angsa Lazio con la collaborazione di CulturAutismo Onlus, con il patrocinio del comune di Bracciano, si pone come obiettivo l’inclusione scolastica dei ragazzi con auismo. Questa interazione tra il mondo scolastico e quello sanitario avverrà grazie ad una formazione teorica sia degli insegnanti, sia degli operatori che dei genitori il tutto per accogliere al meglio i ragazzi con autismo.

Per l’anno scolastico 2014/15, è stato individuato l’Istituto Comprensivo di Bracciano come sede per il progetto. I primi due incontri di formazione – dice l’assessore Luccisi sono tenuti a metà ottobre presso la scuola primaria. Oltre ai team dei docenti delle classi interessate che prioritariamente hanno accesso alla formazione, ha partecipato anche un numero di docenti e familiari limitato, è stata data priorità ad insegnanti e operatori che seguono alunni/studenti con autismo, genitori con figli affetti da autismo e non inclusi nel progetto. Il numero complessivo dei partecipanti è stato di 45 unità”.

Per le attività programmate per il 2014/2015 la raccolta fondi (7.820 euro alla data del 30 settembre 2014) ha coperto le spese stabilite in 7.260 euro con il coinvolgimento di 5 studenti. Partner del progetto sono l’Angsalazio onlus, la Associazione CulturAutismo Onlus, il Comune di Bracciano, la Asl Rm/F e l’Istituto Comprensivo Bracciano.

“L’obiettivo del progetto – commenta Gianpiero Nardelli, vicesindaco di Bracciano con delega alla Pubblica Istruzione – è stato quello di introdurre nella scuola le modalità e le strategie di intervento psicoeducativo su soggetti con diagnosi nello spettro autistico. La partecipazione ai due seminari formativi – dice ancora Nardelli – è stata ampia ed interessata con insegnanti, genitori ed operatori non solo di Bracciano. Importante a nostro avviso anche la fase di valutazione. L’obiettivo dopo la prima annualità è di ripetere il progetto anche in futuro, contando, oltre che sulla raccolta di fondi di solidarietà, anche su canali di finanziamento istituzionali”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.