Frosinone, Teatro tra le porte: in scena gli anni 70

Il Teatro tra le porte, il format culturale (ad ingresso totalmente gratuito) ideato dall’amministrazione Ottaviani, proporrà mercoledì 23 agosto alle 21.15 in piazza Valchera “A letto dopo Carosello”, il divertente monologo di Michela Andreozzi, un varietà per attore solo che è diventato ormai un piccolo cult, molto amato dalla generazione dei quarantenni, allora bambini, e dai loro genitori. Era la fine degli anni ’70: come eravamo? Raffaella Carrà duettava con Topo Gigio, dalla Malesia arrivava Sandokan, non perdevamo mai l’appuntamento con l’Almanacco del giorno dopo o con Supergulp. A scuola, la maestra ci terrorizzava facendo l’appello, a merenda mangiavamo pane burro e zucchero, l’austerity ci costringeva alle domeniche in bicicletta, e i pomeriggi si passavano con gli amici giù in cortile. Ma soprattutto, si andava sempre… a letto dopo Carosello, tranne il sabato sera, che passavamo tutti insieme sul divano in compagnia di Sandra e Raimondo, Mina, Franca Valeri, Paolo Panelli, Bice Valori; Alighiero Noschese e chi più ne ricorda, più ne metta. Un’epoca che fa bene al cuore ricordare, soprattutto in un momento storico in cui c’è bisogno di tenere a mente che siamo stati leggeri, coraggiosi e pieni di fiducia. E, forse, possiamo esserlo ancora. Uno spettacolo autobiografico, scritto dall’attrice con il contributo di Giorgio Scarselli e Max Viola, coinvolgente e interattivo, tanto da portare gli spettatori a intonare le canzoni più in voga del momento, a condividere i propri ricordi, e persino a sfidarsi in una sorta di Sarabanda dedicata ai Caroselli.

I video del giorno

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9342 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.