10 dicembre 2016

Tor De’ Schiavi, area occupata abusivamente sgomberata dalla Polizia Locale

Nuovo intervento della Polizia Locale atto a contrastare le occupazioni abusive di terreno pubblico e a ripristinare il decoro, soprattutto in aree protette.
Due giorni fa, gli agenti di Polizia Locale appartenenti al gruppo Prenestino, guidati dal dirigente dott. Maurizio Maggi, sono intervenuti in forze per sgomberare un terreno di proprietà di Roma Capitale, situato in via Romolo Lombardi, adiacente a viale della Primavera.

L’area, di interesse archeologico, è denominata “Ad Duas Lauros” ed è tutelata da vincolo paesistico apposto con D.M. 21.10.1995 dal Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali.

Gli agenti, una volta entrati, hanno verificato la presenza di persone che occupavano alcuni manufatti e strutture dismesse, nonostante esistesse un reale pericolo di crolli: alcuni volontari, appartenenti ad una associazione animalista che ospita cani e gatti, e poi una famiglia italiana di etnia rom, dedita al traffico di rifiuti.

Durante lo sgombero era presente sia personale della Sala Operativa Sociale e medici veterinari:che assieme ai volontari stessi hanno provveduto a trovare una adeguata collocazione agli animali.

I due responsabili della gestione illecita di rifiuti, appartenenti allo stesso nucleo familiare, dimoravano stabilmente in alcune stanze pericolanti di un vecchio teatro e contemporaneamente gestivano il loro traffico, immagazzinando tonnellate di rifiuti speciali in “aree differenziate”, dove da un lato veniva accumulato alluminio, da un lato il ferro, la carta, plastica e così via. Sono stati ambedue identificati e denunciati all’Autorità Giudiziaria per occupazione di suolo demaniale e traffico illecito di rifiuti speciali.

Tutta l’area, estesa circa 7200 mq., è stata sgomberata e posta sotto sequestro.

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.