7 dicembre 2016

Calcio, I° Categoria, Colle di Fuori, il presidente Di Martino: “Stracontento del lavoro del gruppo”

Il tempo delle prove è terminato. Il Colle di Fuori è pronto per affrontare l’esordio nel girone F di Prima categoria e sarà subito una sfida particolare: la squadra castellana, infatti, sarà ospite del Castelverde dell’ex tecnico Domenico Tripodi. Il presidente Antonio Di Martino, come sempre, si mostra carico per l’avvio della stagione ufficiale della sua “creatura”: «Sono stracontento del lavoro del mister Tiziano Giovannelli e di tutta la squadra.
Il gruppo si è allenato con serietà e compattezza durante questo mese di preparazione e anche i risultati delle amichevoli sono stati quasi tutti positivi e hanno denotato una buona qualità da parte di tutto il gruppo. La sfida con l’ex Tripodi indubbiamente aggiungerà sale al nostro esordio, speriamo di riuscire a fare un bel risultato per cominciare la stagione nella maniera migliore». L’entusiasmo del massimo dirigente, che sarà presente al “Mario Manuali” domenica, rappresenta sicuramente una forte spinta per tutto il Colle di Fuori. «I ragazzi scendano in campo con la giusta concentrazione – dice Di Martino -, devono semplicemente dimostrare le loro qualità e il campo ci darà ragione. Possono fare un buon campionato perché sono una squadra di spessore». Intanto il Colle di Fuori è stato protagonista di una buona ultima sgambata domenica scorsa sul campo del Torre Angela, formazione neopromossa in Prima categoria.
«Un test positivo che ha concluso un pre-campionato nel complesso sicuramente buono – dice mister Giovannelli – Il Castelverde è una squadra di valore e rappresenta un avversario tosto per il nostro esordio, il nostro preparatore atletico Simone Forlani conosce alcuni elementi di quel gruppo per averli allenati a Rocca Priora e poi c’è l’ex del Colle di Fuori Halauca che è indubbiamente un attaccante pericoloso. Noi, comunque, arriviamo a questo appuntamento fiduciosi di poter fare una buona gara e in generale una stagione soddisfacente».