4 dicembre 2016

Calcio, Promozione, Atletico Morena, primo urrà, Ippoliti: “A Pomezia siamo stati cinici”

Una domenica importante per l’Atletico Morena. La squadra dei patron Enzo e Mauro Fabrizi ha conquistato la prima storica vittoria nel campionato di Promozione: è accaduto sul campo dell’Indomita Pomezia, piegata per 1-0 grazie alla rete a metà ripresa su calcio di punizione del solito Sgarra che finora ha segnato tutte le reti ufficiali dell’Atletico Morena (due in campionato e una in Coppa). «E’ il nostro Icardi» sorride il difensore centrale classe 1991 Marco Ippoliti, facendo riferimento allo score che l’attaccante neroazzurro aveva tenuto prima del gol di Perisic contro la Juve.
«La vittoria di domenica è stata importante – prosegue Ippoliti – L’Indomita ha provato a fare la partita, ma la squadra ha mantenuto una grande compattezza ed è stata molto cinica nello sfruttare l’occasione giusta. Questi tre punti li dedichiamo al nostro dirigente Giovanni Campagna, una persona squisita che si è fatta apprezzare da tutti, e ai nostri Traditi e Balestrini che sono fuori per infortunio». La “compattezza” è stata sempre una delle prerogative del gruppo dell’Atletico Morena di cui Ippoliti è un elemento “storico”. «Quest’anno cercheremo in tutti i modi di mantenere la categoria anche per non vanificare i sacrifici che abbiamo fatto assieme ad altri ragazzi per conquistare la Promozione e mi riferisco a elementi come Placidi, Mattei, Quadraccia, Ledda, Buccitti, Di Gennaro, Ianni, Carleo, Tarquini e Matera che hanno fatto parte del vecchio gruppo e che quest’anno non sono qui». Quattro punti in tre partite: l’Atletico Morena è in linea con gli obiettivi iniziali della stagione. «Se possiamo stare in questa categoria? Al momento è presto per dirlo, facciamo parlare il campo» dice Ippoliti che poi si concentra sulla sfida di domenica contro la Vivace Grottaferrata che si giocherà alle ore 15,30 a Santa Maria delle Mole (stante l’indisponibilità del centro sportivo “Amedeo Fabrizi”).
«Quella castellana è una squadra forte che domenica ha battuto la Semprevisa. La quota per la salvezza diretta, però, è molto alta e per una squadra come la nostra le partite casalinghe, anche se giocate su un campo diverso dal “Fabrizi”, sono molto importanti. Cercheremo di vincere anche se sappiamo che ci vorrà una prestazione importante».