4 dicembre 2016

Roma, shopping di lusso con carte di credito clonate: arrestati due stranieri

Nel corso di una mirata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due cittadini armeni, di 35 e 36 anni, già noti alle forze dell’ordine, domiciliati a Roma presso un albergo del centro Storico, che facevano shopping nelle boutique più prestigiose del centro con carte di credito clonate.

I due ieri sera, hanno tentato di effettuare un acquisto di circa 4 mila euro, senza riuscirci, in una boutique di via del Corso, utilizzando una carta di credito clonata, intestata ad un cittadino statunitense.

I Carabinieri, allertati dall’Ufficio Antifrodi del circuito American Express, in ambito di consolidati rapporti info-investigativi, sono riusciti a rintracciarli poco dopo in largo dei Lombardi, mentre stavano facendo rientro presso l’albergo dove erano alloggiati.

La perquisizione presso la stanza dell’albergo ha permesso ai militari di rinvenire un dispositivo elettronico idoneo a clonare le carte di credito, 3 orologi da polso ed un paio di occhiali da sole, del valore di circa 20 mila euro, acquistati nel pomeriggio in alcuni negozi del centro, utilizzando delle carte di credito clonate, 500 euro in denaro contante e due carte di credito, intestate a cittadini statunitensi, risultate clonate da accertamenti investigativi effettuati presso il servizio antifrodi del circuito American Express.

La merce acquistata illecitamente è stata sequestrata in attesa di essere restituita ai responsabili dei negozi, mentre le carte di credito sono state sequestrate.

I due cittadini armeni dopo l’arresto sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere accompagnati presso il Tribunale di Roma per il rito direttissimo. Dovranno rispondere del reato di utilizzo fraudolento di carte di credito.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.