5 dicembre 2016

CIV, Trofei Yamaha: a Misano Simoneschi e Pontone conquistano il 3° e 4° Round della R1 Cup e Berardi trionfa in R3 Cup

Nel fine settimana, presso il Misano World Circuit, si sono disputati il 3° e 4° round di Yamaha R1 Cup e la 3° giornata di Yamaha R3 Cup, trofei che si disputano all’interno del CIV 2016 e gestiti rispettivamente da MotoXRacing e AG Motorsport Italia.

Per il monomarca dedicato alla “R” di media cilindrata di Casa Iwata, il circuito romagnolo ha rappresentato il giro di boa dell’edizione 2016, e, come da tradizione, è stato teatro di continui e improvvisi colpi di scena. Protagonista assoluto Alessandro Berardi, che si è aggiudicato il primo posto di giornata grazie a due preziosi sesti piazzamenti nella Sport 4T. Il napoletano Luigi Montella e lo spagnolo Pedro Javier Castano Illan, dello Junior Team AG Motorsport, hanno invece conquistato rispettivamente il primo posto in Gara 1 e il primo gradino di Gara 2 senza però riuscire ad dare continuità nell’altra manche. Lo spagnolo mantiene la posizione di preminenza nella classifica del torneo e la seconda all’interno della assoluta CIV Sport 4T.

In R1 Cup Alessandro Simoneschi e Armando Pontone, quest’ultimo rientrato dopo un lungo infortunio, hanno conquistano la prima posizione rispettivamente del 3° e 4° round di Yamaha R1 Cup che si sono disputati nello stesso fine settimana in terra romagnola. Delusione e tanta sfortuna invece per il leader di classifica Michael Mazzina che, a causa di una caduta e di un problema tecnico, è stato costretto al ritiro in entrambe le gare.

Il prossimo appuntamento della R3 Cup avrà luogo il 3/4 settembre presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, mentre il quinto round della R1 Cup è in programma per il 27/28 agosto presso l’Autodromo Internazionale del Mugello.

R3 CUP – È di Pedro Javier Castano Illan, dello Junior Team AG Motorsport Italia, il miglior risultato riportato durante le sessioni dedicate alle qualifiche: grazie al tempo di 1’52”939, rimasto imbattuto per tutto il weekend di gara, lo spagnolo si aggiudica la pole-position. Lo seguono Luigi Montella, con il tempo di 1’53”279, e Paolo Giacomini del team Terra e Moto, con 1’54”107. In gara 1, allo spegnimento dei semafori, Castano Illàn cerca immediatamente di prendere le distanze, ma Paolo Giacomini del Team Terra e Moto si porta alle sue spalle, sorpassandolo. Lo spagnolo riesce a riprendere il comando ma, a causa di un contatto con Giacomini, è costretto ad abbandonare la gara. Montella si impadronisce così del primo posto e taglia il traguardo davanti ad Alessandro Berardi, del team Big River by Martelli Motor’s, e Lorenzo De Pera, dello Junior Team AG Motorsport Italia. In gara 2, il napoletano si porta fin da subito alla testa del gruppo, immediatamente seguito da Pedro Javier Castano Illàn che viene però risucchiato in una lotta di gruppo che gli fa rallentare il passo. Si assiste poi a una serie di sorpassi con protagonisti il romagnolo Giacomini e lo spagnolo. Alle loro spalle, si assiste invece ad un’accesa bagarre tra Berardi, Rovelli, De Pera, Prioli e Scagnetti. La conclusione di gara 2 riserva uno stravolgimento di posizioni nel conteggio per le classifiche: Luigi Montella viene infatti squalificato in sede di verifiche per irregolarità tecniche. Si ridefinisce quindi la classifica, con il primo gradino del podio per Pedro Javier Castano Illàn, seguito da Paolo Giacomini e Alessandro Berardi rispettivamente in seconda e terza posizione.-

R1 CUP – Entrambe le tappe del trofeo Yamaha R1 Cup sono caratterizzate da inaspettati colpi di scena. Infatti, già durante la sessione dedicata alle qualifiche, i piloti in sella alle YZF-R1 di ultima generazione in configurazione stock danno prova del proprio talento e della sete di vittoria. Michael Mazzina, in testa al campionato, infila il miglior giro durante la prima sessione ed è l’unico a scendere sotto il muro dell’1’39. L’alfiere del Team Carraro Engineering conquista così la pole position con un tempo di 1′ 38.991 e guadagna 5 punti in classifica campionato, ritagliandosi un posto sul muro dei poleman del Trofeo. Completano la prima fila Alessandro Simoneschi, del Team Lenci Racing, e Luca Pedersoli, del Team Motoxracing.

Gara 1

Sulla griglia di partenza manca all’appello Luca Pedersoli che, a causa di problemi tecnici, non scende in pista. Grazie ad una partenza scattante, Michael Mazzina si porta immediatamente in testa al gruppo. La sfida per conquistare le restanti posizioni sul podio si fa sempre più accesa. Il giovane Davide Fanelli recupera sui veterani Baggi e Brignola e conquista la prima piazza grazie ad una scivolata di Michael Mazzina che taglia comunque il traguardo senza però guadagnare altri punti. Fanelli, all’ultimo giro, scivola con la propria R1 mentre Baggi, arrivando lungo alla curva del Carro, favorisce Simoneschi che chiude la gara sul primo gradino del podio. Si aggiudica la terza piazza Brignola.

Gara 2

Si respira un’aria di tensione in griglia di partenza. Per Michael Mazzina, quello di Misano, si rivela un week-end sfortunato: è infatti costretto a rientrare ai box, ritirandosi dopo soli tre giri. Pedersoli, già dal primo giro, si porta al comando creando il vuoto tra sé ed il resto del gruppo. Lo seguono Baggi, Renaudo e Pontone, alfiere del Team Motozoo by Motoxracing, che dopo un stop di oltre 2 anni per un grave incidente si aggiudica il best lap con un tempo di 1’39.387. Il pilota di Frosinone, spinto dalla sete di vittoria, raggiunge il veterano Pedersoli, lo supera e conquista il primo gradino del podio. La bagarre per la terza piazza tra Baggi e Fanelli si fa sempre più accesa, ma è quest’ultimo ad avere la meglio e a conquistare il terzo gradino del podio.

About Emanuele Bompadre 8226 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.