8 dicembre 2016

Di Battista: “Il jobsact si è rivelato un fallimento”

13/01/2015 Roma. Rai. Trasmissione televisiva Porta a Porta. Nella foto Alessandro Di Battista

Il jobsact si è rivelato un fallimento. Un costosissimo fallimento. Miliardi di soldi nostri messi lì ma ora che diminuiscono gli incentivi crollano i contratti stabili (poi stabili per modo di dire, se ti vogliono licenziare ti licenziano e basta). “Garanzia giovani” (costo 1,5 miliardi di euro) ha prodotto qualche posto da tirocinante e basta. Gli 80 euro non hanno minimamente rilanciato i consumi ma in cambio hanno rilanciato la sanità privata dato che i soldi li hanno presi tagliando sistematicamente la spesa sanitaria nazionale. Oggi arriva l’ennesima doccia fredda. Crolla l’industria italiana. A marzo il fatturato è sceso del 3,6%, è il calo peggiore dal 2013. Ora è chiaro perché il Presidente del Consiglio parla solo di referendum costituzionale. Deve coprire i suoi disastri economici. Sono disastri, perché l’Italia è in deflazione. Nonostante euro basso e petrolio bassissimo. “L’annunciatore di Rignano sull’Arcore” ha stabilizzato solo i petrolieri, ha dato respiro ai suoi amici banchieri e ha concesso un contratto a tempo indeterminato a Verdini. Tutto il resto è fuffa!

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.