8 dicembre 2016

Fratoianni: “Le accuse di personalizzazione del referendum sono ridicole visto che arrivano da chi lo ha fatto in primis”

«Le affermazioni odierne di Renzi con le accuse di personalizzazione rivolte ai comitati per il No sono davvero singolari, verrebbe da ridere se non fosse che stiamo parlando di questioni maledettamente serie. Il presidente del consiglio ha personalizzato questo appuntamento dal primo minuto dicendo che se perde se ne va a casa, che questa e’ la battaglia di una vita, che e’ il giudizio sul suo governo e sulle sue riforme». Lo afferma Nicola Fratoianni dell’esecutivo nazionale di Sinistra Italiana, parlando con i cronisti a Montecitorio.

«La verità è – prosegue l’esponente della sinistra – che questa è una pessima riforma, pasticciata, e che non aiuterà il Paese a funzionare meglio e anzi ridurrà gli spazi di democrazia. Durante la discussione parlamentare Sinistra Italiana aveva fatto molte proposte , tutte bocciate, che riducevano le poltrone piu’ di quanto accadra’ realmente con la riforma Renzi. Avevamo perfino proposto l’abolizione completa del Senato piuttosto di mantenere un Senato di cui non si capiscono le funzioni, se non quella di garantire l’immunita’ parlamentare ad un gruppo di consiglieri regionali».

«La verità è – conclude Fratoianni – che Renzi con la legge elettorale e le mutilazioni alla Costituzione ha un solo obiettivo: avere tutto il potere concentrato nelle mani di una sola persona».

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.