11 dicembre 2016

Roma – Dall’Algeria alla capitale per perseguitare la sua ex compagna, fermato uno stalker

Avevano intrattenuto in Algeria, paese d’origine dell’uomo, una convivenza “more uxorio” durata 3 anni, ma la loro storia d’amore si era conclusa ad aprile del 2014.

A decidere di interrompere la relazione è stata la donna, una insegnante francese di 36 anni, che, dopo qualche tempo, si è trasferita per motivi di lavoro a Roma.

L’ex compagno della donna, un cittadino algerino di 29 anni, non si è dato per vinto e dopo aver tempestato l’insegnante di telefonate dai contenuti gravemente minatori, saputo del suo trasferimento in Italia, ha deciso di seguirla per tentare di riallacciare, a tutti i costi, quel rapporto troncato bruscamente.

Il cittadino algerino, in tutto questo tempo, ha dato vita ad una serie di pedinamenti e appostamenti nei luoghi frequentati dalla donna, arrivando addirittura a presentarsi sul suo posto di lavoro, dove chiedeva insistentemente di poter parlare con lei.

La vittima ha puntualmente denunciato tutte le vessazioni subìte alle forze dell’ordine, ma il culmine è stato raggiunto nel pomeriggio di ieri, quando i Carabinieri della Stazione Roma Macao hanno ricevuto una richiesta d’intervento – giunta tramite il Numero Unico di Emergenza “112” – da parte del proprietario di un bar di via Lancisi ove la donna si era rifugiata, chiedendo aiuto poiché esasperata e spaventata dall’ennesimo pedinamento messo in atto dal suo ex compagno.

Questa volta, il 29enne è stato arrestato con l’accusa di atti persecutori e associato al carcere di Rebibbia, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.