6 dicembre 2016

Primo tempo di Chaz Davies nelle prove libere del venerdì a Imola, nono Davide Giugliano

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha iniziato sotto buoni auspici il quinto round del campionato mondiale Superbike, in scena ad Imola sullo storico tracciato intitolato a Enzo e Dino Ferrari, siglando il primo tempo provvisorio con Chaz Davies. Dopo aver realizzato il miglior passaggio nella sessione del mattino, Davies ha confermato la propria competitività nella FP2, abbassando di circa quattro decimi i propri riferimenti ed inanellando 16 giri lanciati con riscontri incoraggianti per quanto riguarda il ritmo in configurazione da gara. Davies ha chiuso con un miglior giro da 1’47.014, staccando di 0.333 secondi il suo più diretto inseguitore Tom Sykes.
Giornata più difficile del previsto per Davide Giugliano, nono a +1.370 dal compagno di squadra con un miglior riferimento personale di 1’48.384. Il romano, che fino a metà della FP2 aveva utilizzato soltanto una gomma posteriore per ottimizzare il lavoro in ottica di gara, non ha trovato i miglioramenti auspicati con pneumatici nuovi dopo aver siglato il quinto tempo nella FP1. Entrambi i piloti hanno guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2, in programma per le 10:55 (CET) di sabato.
Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 1’47.014 (1º)
“Come prima giornata di lavoro non possiamo certamente lamentarci, anzi. Mi sono sentito a mio agio fin dalla prima uscita, e la Panigale R si è rivelata da subito più competitiva su questa pista rispetto allo scorso anno. Nel pomeriggio abbiamo fatto alcune modifiche al cambio che ci hanno aiutato a migliorare ulteriormente, ed ho potuto fare un paio di uscite più prolungate con un ritmo abbastanza costante. Ho anche valutato due mescole diverse al posteriore con buoni riscontri in entrambi i casi. La scelta dipenderà dalla strategia che uno vuole adottare in gara. Comunque siamo solo al venerdì, e dobbiamo continuare a lavorare. Resta ancora qualche decimo da limare”.
Davide Giugliano (Aruba.it Racing – Ducati #34) – 1’48.384 (9º)
“Questa è una pista dove solitamente riesco ad esprimermi al meglio, ma purtroppo nemmeno oggi siamo riusciti a fare i passi avanti necessari. Ancora non mi è possibile guidare come vorrei, ma non ci arrendiamo di certo, consapevoli di poter risalire la china. Abbiamo molto lavoro da fare, e purtroppo non avremo molto tempo per fare ulteriori prove prima della gara, ma valuteremo insieme alla squadra le opzioni a nostra disposizione senza lasciare nulla di intentato. Sarà molto importante partire con il piede giusto nella FP3 per fare una buona qualifica, dopodiché in gara tutto può accadere”.
Programma del weekend (CET):
Sabato
08:45 – 09:00 SBK Free Practice 3
10:30 – 10.45 SBK Superpole 1
10:55 – 11:10 SBK Superpole 2
13:00 SBK Gara 1
Domenica
09:25 – 09:40 SBK Warm-up
13:00 SBK Gara 2
Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5958 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.