7 dicembre 2016

STK1000 – Pata Yamaha, quarto posto per Russo nel round spagnolo di Aragon

La bandiera rossa interrompe un inizio di gara brillante per Riccardo Russo e Florian Marino al Motorland Aragon, nel primo round di apertura della stagione 2016 della Coppa FIM Superstock 1000. La coppia del Team Pata Yamaha official Stock alla fine ha portato a casa rispettivamente un quarto ed un quinto posto dopo una gara accorciata sul circuito spagnolo.

Una caduta alla prima curva del tracciato durante la partenza, ha compromesso il regolare corso della gara. Russo ha sfruttato al meglio la procedura di ripartenza dopo la bandiera rossa lottando fin da subito al massimo. L’italiano ha combattuto più volte per le prime due posizioni prima di andare largo al terzo giro nell’ultima curva del circuito. Il pilota ha potuto guadagnare la 5 posizione tornando in pista dopo essere uscito di traiettoria e ha continuato a spingere per raggiungere il gruppo di testa, raccogliendo un quarto posto e 13 punti validi per la classifica generale di campionato.

Marino ha subito dominato la gara di apertura interrotta dall’incidente con bandiera rossa, costringendo il francese a tornare in pit lane per il raggruppamento e il successivo riavvio. La nuova partenza è stata favorevole al numero 21 di casa Yamaha ma un guasto temporaneo ha compromesso la gara facendolo scivolare nelle retrovie fino al 10° posto. Per lui è stata una gara in rimonta fino al suo ritorno al gruppo di testa con combattimenti che gli hanno consentito di recuperare quattro posizioni e rivendicare il quinto posto al passaggio sotto la bandiera a scacchi. I suoi sforzi sono stati ricompensati con 11 puntila 5 posizione della classifica piloti 2016. La sua determinazione ha dimostrato che è uno dei veri contendenti al titolo iridato della classe SuperStock1000.

Il Pata Yamaha official Stock team continua la sua stagione nel Campionato mondiale ad Assen in Olanda Domenica 17 Aprile.
Riccardo Russo
Gara: 4 ° / +3.067 / 8 giri. Campionato: 4 ° / 13 punti

“Ho avuto una buona, partenza veloce ed ero nella prime posizioni in lotta con Mercado. Siamo andati molto veloci all’inizio con gomme nuove, ma dopo tre giri abbiamo avuto un forte calo nel consumo delle gomme. Ho fatto un errore al terzo giro e ho perso la mia posizione: un peccato perché sono sicuro che il podio era alla mia portata. Sarà utile come esperienza per la prossima volta. Grazie a tutta la mia squadra che ha fatto un buon lavoro: attendiamo il riscatto nella prossima gara di Assen. “

Florian Marino

Gara: 5 ° / +5.076 / 8 giri. Campionato: 5 ° / 11 punti

“Sono molto deluso della prestazione di Assen. Abbiamo avuto un piccolo problema tecnico che mi ha fatto perdere tempo: ho potuto rimediare in parte e proseguire con qualche problema quindi non mi sentivo sicuro per spingere al 100%. Il pensiero di poter cadere ha compromesso la mia gara, ma sono riuscito a guidare con tempi al pari del gruppo di testa e questo mi fa essere positivo in ottica dei prossimi turni. Avremmo potuto meritare di più rispetto alle aspettative maturate durante il lavoro svolto nei mesi invernali. Le basi per essere in testa ci sono, continuerò a dare il massimo continuando a provare ad essere in testa.

Sandro Carusi – Team Manager

“Sapevamo che sarebbe stato molto difficile ripetere lo stesso risultato che abbiamo avuto qui lo scorso anno, ma è stato un vero peccato! La gara è stata influenzata negativamente da alcuni piccoli errori e problemi che possono accadere nelle corse quindi ci limiteremo a continuare il lavoro come abbiamo fatto fino ad ora ed a guardare avanti alla prossima gara ad Assen. “

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.