Primavalle – Agli arresti domiciliari ma con il vizio dello spaccio, arrestata una coppia

Sottoposto agli arresti domiciliari con l’applicazione di braccialetto elettronico, si è allontanato dall’abitazione per recarsi in ospedale  a causa di un malore.




Quando il sistema elettronico ha fatto scattare l’allarme, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Primavalle, su segnalazione della locale sala operativa, sono andati a casa di  C.M. romano di 43 anni per i dovuti accertamenti.

Sul posto i poliziotti hanno identificato un uomo che ha giustificato l’assenza del suo amico raccontando loro del malore e del ricovero  in ospedale tramite ambulanza.

Durante l’accertamento, non è sfuggito agli agenti quel caratteristico odore di hashish provenire dall’appartamento dove, una volta entrati all’interno, hanno rinvenuto un pacchetto di sigarette contenente 10 dosi di stupefacente.

Dopo qualche minuto si è presentata a casa anche la fidanzata del C.M., identificata per S.F., romana di 35 anni la quale, alla richiesta dei poliziotti, ha consegnato un panetto di hashish per un peso di 100 grammi nascosto in un cassetto della cucina.

Sequestrato anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, un coltello ancora sporco di stupefacente, nonché due manoscritti riportanti cifre e nomi riconducibile all’attività illecita di spaccio.

L’uomo dopo un breve ricovero è tornato a casa ma per lui sono scattate le manette.

Arrestata anche la compagna.

Informazioni su Emanuele Bompadre 10150 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.