10 dicembre 2016

Lo spettacolo Eva Hitler torna a grande richiesta

Dopo il grande successo della prima data, NonsoloArt ripropone, in collaborazione con Progetto Buone Idee, Eva Hitler, uno spettacolo scritto e diretto da Riccardo Citro che mette in luce un aspetto diverso della Seconda Guerra Mondiale, la storia d’amore tra Eva Braun e Adolf Hitler.

Lo spettacolo andrà in scena presso il Museo il giorno 21 febbraio alle 18:00, proprio nel sottosuolo, lì dove i napoletani si rifugiavano per non assistere a ciò che la barbarie umana produceva fuori. Una rievocazione assolutamente non classica del conflitto che ha piegato il mondo. Uno spettacolo che porta in scena la coscienza di una donna, amante di uomo capace delle peggiori mostruosità.

“Sono felice?” Questa frase letta sul diario di Eva Braun ha indotto in me lo stesso tipo di ricerca. Sono felice? Ma cosa vuol dire essere felici? Vuol dire forse essere se stessi e liberare i propri istinti e le proprie passioni? Eva, romantica, piena di sogni e non come si è spesso dipinta, dissoluta e intrigante, non riesce a liberare la propria essenza e pende dalle labbra del capo della Germania; accetta tutto, piega la testa, si mette subito in ginocchio, il suo è un cuore semplice e sottomesso. Sedici anni in attesa di un premio grande, le nozze, che arrivano il giorno della sua morte. Al centro della scena, attraverso i suoi occhi, le sue memorie, la sua vita e il suo amore infinito, ci mostra un lato umano di Adolf forse mai rivelato. Se da un lato i costumi e il trucco rispecchiano il periodo storico effettivo, dall’altro echi, stratificazione scenografica e luci concettuali permettono un gioco teatrale su livelli onirici, allegorici e introspettivi che consentono allo spettatore di spaziare tra sfere razionali ed emotive”. Riccardo Citro

NonsoloArt, in collaborazione con Progetto Buone Idee presenta:

EVA HITLER

scritto e diretto da Riccardo Citro

con Roberta Astuti, Viviana Cangiano, Riccardo Citro, Francesco S. Esposito, Paolo Gentile, Serena Pisa.

Costumi: Federica Del Gaudio.

Trucco: Maria Luisa Toscano.

Foto: Pepe Russo

Data unica “Eva Hitler”: domenica 21 Febbraio ore 18

Torna per la terza settimana di febbraio, il consueto appuntamento con “L’Inferno di Dante”, giovedì 18 febbraio, con quattro turni, alle ore 9, 10.15, 11.30 e 12.45.

Tappeto Volante di Domenico M. Corrado presenta:

L’inferno di Dante nel Museo del Sottosuolo di Napoli

Personaggi e Interpreti (In ordine di apparizione): Monica Caruso; Mario Guadagno; Anna Edipio; Emilio Caruso; Maria Giusy Bucciante; Giancarlo Grosso; Diletta Acanfora; Vincenzo Veneruso; Federica Cannavo; Salvatore Mazza; Enzo Varone; Ciro Zangaro; Federica Cannavo; Francesco Merlino; Rodolfo Medina; Il Genere Umano.

Musica: Enzo Gragnaniello

Disegno Luci: Franco Polichetti

Elementi scenici: Mario Paolucci

Video: Giada De Gregorio

Costumi: Federica Amato

Maschere: Luca Arcamone

Coreografie: Monica Caruso

Grafica: Ciro Cozzolino

Ufficio stampa: Emma Di Lorenzo

Foto: Luigi Maffettone

Direzione Museo: Luca Cuttitta

Direzione tecnica: Franco Polichetti

Direzione di scena: Mario Paolucci

Segreteria: Laura Alfano

Produzione esecutiva e amministrazione: Adelaide Oliano

Adattamento e regia: Domenico M. Corrado

Tutte le date e gli orari de “L’Inferno di Dante” nel mese di febbraio:

Giovedì 18 febbraio ore 9- 10.15 – 11.30 – 12.45

Giovedì 25 febbraio ore 9 – 10.15 – 11.30 – 12.45

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.