3 dicembre 2016

Formia – Premio Internazionale “Vittorio Foa” – II edizione dal 18 al 20 dicembre 2015

20080129 - ROMA - HUM - E' MORTO VITTORIO FOA - Vittorio Foa in una foto scattata il 29 gennaio 2008 nel salotto della sua casa di Roma poco prima di ricevere l' iscrizione onoraria alla comunità ebraica di Roma. E' morto a Formia Vittorio Foa. Ne da' notizia, d'intesa con la famiglia, il segretario del Partito democratico Walter Veltroni. Vittorio Foa aveva 98 anni. Era nato a Torino il 18 settembre del 1910. Si laureo' in Giurisprudenza nel 1931 all'Universita' di Torino. Nel 1933 entro' in Giustizia e Liberta', movimento politico antifascista. Il 15 maggio 1935, all'eta' di 25 anni, venne arrestato a Torino in seguito alla segnalazione di un confidente dell'Ovra, quindi denunciato al Tribunale Speciale Fascista, che lo condanno' a 15 anni di reclusione (nel 1936) per attivita' antifascista. Condivise la stessa cella con Ernesto Rossi, Massimo Mila e Riccardo Bauer, e nel frattempo sposo' il liberalismo di Benedetto Croce. ANSA / GUIDO MONTANI / KLD

 

Formia si fa terra d’accoglienza. E di riflessione sul nostro tempo. “Migranti&Migrazioni, le storie nella Storia”, questo è il tema scelto per la II edizione del Premio Internazionale “Vittorio Foa” in programma a Formia dal 18 al 20 dicembre 2015. Oltre 20 ospiti ed 8 associazioni arricchiscono il calendario promosso dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Culturale e di Promozione Sociale “Leggendarie”.

Politico, giornalista, scrittore, Vittorio Foa è considerato uno dei padri della Repubblica. Il programma, ideato e definito dalla Giuria del Premio a lui dedicato (composta dallo storico Carlo Ginzburg, da Anna e Bettina Foa e dal Sindaco di Formia Sandro Bartolomeo), combina politica, storia, cinema, letteratura, teatro e poesia, facendone strumenti di conoscenza per approfondire un tema drammatico e attualissimo come la migrazione, al centro di nuove sfide politiche e culturali.

Il Premio gode della collaborazione degli studenti dell’indirizzo Turismo dell’I.T.C. Filangieri Formia.

Il programma

Venerdì 18 dicembre, alle ore 10,30, l’Istituto Superiore “Filangieri” di Formia ospiterà un incontro tra gli studenti e i componenti delle organizzazioni di volontariato che si occupano di accoglienza dei migranti: Associazioni “Borderline Sicilia”, “I Girasoli”, “Insieme Immigrati Formia”, “GUS Sezione di Formia”, “Sportello Immigrati Caltanissetta” e “Caritas Formia”.

Alle ore 16.00, invece, al Teatro Remigio Paone, Rossella Tempesta modererà un forum aperto al pubblico con le associazioni che si occupano di migranti e migrazione. Alle ore 18.00 si continua nello stesso luogo con “Pagine”, letture dagli scritti di Vittorio Foa a cura di “Imprevisti & Probabilità” che farà da apripista ad un importante incontro-dibattito che avrà come ospiti Adriano Sofri (giornalista), Alessio Cappellani (Unione Europea), Milton Fernàndez (direttore Festival della Letteratura di Milano) e i componenti delle associazioni nazionali di accoglienza dei migranti (Giovanna Vaccaro per “Borderline Sicilia”; Giovanni Annaloro e Noufou Yambre per “Sportello Immigrati Caltanissetta”; Maria Grossi per “Insieme Immigrati d’Italia”; Santa Lombardo per “I girasoli”; don Antonio De Arcangelis e Maria Pia de Plano per “Caritas”; Giovanni Lattanzi e Alessandro Dessì per “Gruppo Umana Solidarietà Guido Puletti”). Presenta la giornalista Rosa Polacco (Tutta la città ne parla, Rai Radio Tre).

La giornata di venerdì si concluderà alle ore 21,30, sempre al Teatro Remigio Paone, con il concerto del LIMES ENSAMBLE diretto dal maestro Luigi Pecchia e con i musicisti Francesca Vicari, Luca Sanzò, Francesco Marini e Luca Cola.

Nella mattina di sabato 19 dicembre gli ospiti della kermesse visiteranno il patrimonio archeologico e le bellezze naturalistiche del territorio grazie alle associazioni territoriali “Lestrigonia” e “Calliope”.  Alle ore 16.00, invece, si torna al Teatro Remigio Paone per l’incontro della scrittrice Lilia Bicec con le associazioni, moderato dalla scrittrice formiana Carmina Trillino e da Rossella Tempesta. Alle ore 18.00, dopo una parentesi di letture dagli scritti di Vittorio Foa, si terrà il secondo atteso incontro-dibattito che vedrà protagonisti Pietro Marcenaro (politico), Alessandra Ballerini (giurista), Luigi Manconi (sociologo), Franco Arminio (paesologo), Anila Hanxhari (poeta). Anche in questo caso, l’evento vedrà la partecipazione delle associazioni che si occupano di accoglienza L’evento sarà presentato dalla giornalista  Valeria D’Onofrio (Porta a Porta, Rai Uno).

Alle ore 21.30 al Teatro Remigio Paone si terrà lo spettacolo teatrale ACQUE DI MEMORIA per la regia di Raffaele Furno con Soledad Agresti, Valentina Fantasia e Raffaele Furno musica dal vivo di Marco Pescosolido (violoncello) e Vito Cardellicchio (percussioni). Parteciperanno anche gli allievi del Laboratorio Teatrale “Il Respiro dei Sogni”.

Si arriverà così alla giornata conclusiva del Premio. Domenica 20 dicembre alle ore 10,30 al Teatro Remigio Paone interverranno i giurati del Premio Internazionale Vittorio Foa, il prof. Carlo Ginzburg, la prof.ssa Anna Foa, la dott.ssa Bettina Foa e il dott. Sandro Bartolomeo. Verrà presentato anche il Comitato Letterario composto dal dott. Lino Angiuli, dal prof. Francesco De Nicola e dal  prof. Sebastiano Martelli e quello cinematografico nelle personalità di Angelo Carbone (sceneggiatore), Daniele Di Biasio (regista) e Federico Pedroni (critico cinematografico).

Il momento si farà solenne con il conferimento del Premio Internazionale “Vittorio Foa” 2015 alla Città di Lampedusa per lo straordinario esempio di accoglienza, solidarietà e tolleranza dei suoi abitanti nei confronti di migliaia di profughi e migranti; alla Guardia Costiera per il meritevole operato nel salvataggio di migliaia di migranti e profughi; all’opera narrativa “Miei cari figli, vi scrivo” di Lilia Bicec (Einaudi); al documentario “MINI Expo – Made In The New Italy” del collettivo ZaLab (che sarà proiettato dopo la cerimonia di premiazione) e a sei studenti meritevoli che si sono diplomati a Formia nell’anno 2015.

About Giovanni Soldato 2949 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.