10 dicembre 2016

Fiumicino – Rapinatore ricercato dalla polizia dal 2009 arrestato dalla polizia all’aeroporto Leonardo Da Vinci

 

Dopo i crimini efferati che aveva commesso, l’ultimo dei quali messo a segno insieme a dei complici in una villa di San Gimignano, nel 2009, in occasione del quale venne aggredita e rapinata un’anziana, probabilmente aveva immaginato che la Polizia gli sarebbe stata alle costole.

M.B., marocchino di 30 anni era, infatti, scappato riuscendo a rimpatriare subito dopo il fatto e rendendosi latitante fino a due giorni fa, quando è stato arrestato dalla Polizia di Stato all’aeroporto di Fiumicino.

Dopo 6 anni aveva forse pensato di passare inosservato, ma gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Siena, coordinati dal loro dirigente Sabatino Fortunato, lo tenevano d’occhio fin da quando era stato individuato a seguito delle indagini che lo riguardavano ed era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dal Gip del Tribunale di Siena su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Dalle indagini condotte dagli uomini della Squadra Mobile senese era emerso, tra l’altro, che lo straniero vanta un curriculum criminale di particolare efferatezza, resosi responsabile dal 2000 al 2009 di svariati reati, come furto aggravato, danneggiamento, rapina aggravata e associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

L’uomo ha commesso, in particolare, una serie di rapine, ai danni di alcuni Istituti Bancari e nei confronti di ignari cittadini, spesso con la complicità di un gruppo di altri criminali di cui era il leader.

Ultima e forse la più grave, la rapina perpetrata nel podere in località Canonica, nel territorio del Comune di San Gimignano, in occasione della quale lo straniero e suoi correi avevano aggredito fisicamente un’anziana di 81 anni, legandola ad una poltrona e impossessandosi di denaro contante e gioielli.

Due giorni fa l’uomo, su cui pendeva un provvedimento di carcerazione è stato controllato appena sceso da un volo proveniente dal Marocco, all’aeroporto di Fiumicino, da dove sarebbe dovuto ripartire diretto a Mosca se non fosse stato fermato dagli agenti della Polizia di Frontiera, guidati dal dirigente Rosario Testaiuti, che a seguito del coordinamento con i colleghi della Squadra Mobile della Questura di Siena, lo hanno arrestato.

Proseguono intanto le indagini per rintracciare gli altri complici.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.