3 dicembre 2016

Roma – M5S: “Sabella pensi a lavorare e ad eliminare tutti gli affidamenti diretti”

“A quanto pare l’assessore Sabella proprio non riesce a contenere la sua attitudine alla performance mediatica e ieri, ai microfoni di Radio Cusano Campus, è tornato a insinuare falsità e a pronunciare illazioni sul M5S. Ebbene, noi gli consigliamo di non perdersi in chiacchiere ma di tornare a fare il lavoro che è stato chiamato a svolgere: si preoccupi, pertanto, di segnare una discontinuità col passato visto che sia la relazione della commissione prefettizia, sia la relazione degli ispettori del Mef, sia la relazione dell’ANAC, sia l’organo di revisione interno hanno rilevato come la giunta Marino stia proseguendo sul solco tracciato dalla giunta Alemanno, anche con affidamenti diretti di appalti, anziché metterli a bando”. Lo dichiarano i consiglieri capitolini M5S.

“Insomma, a questo punto ci domandiamo se Sabella sia cosciente di far parte di un’amministrazione ampiamente decimata da Mafia Capitale. Considerato che nessuno lo ha obbligato ad assumere l’assessorato alla Legalità di Roma Capitale, pensi a sistemare le cose e, a questo punto, guardi in casa propria invece di attaccare in modo del tutto pretestuoso l’unica forza politica uscita pulita dall’inchiesta “Mondo di mezzo”, con zero indagati e zero arrestati”, concludono i 5 Stelle.