3 dicembre 2016

Montesa Cota 4RT260 e Cota 4RT260 Replica

Montesa continuerà nella commercializzazione della Cota 4RT 260 e della Cota 4RT Race Replica, apportando nelle versioni 2016 l’importante miglioramento dato dall’aumento della potenza grazie all’installazione di una nuova pompa carburante che garantisce al motore un maggior flusso di carburante. Questo elemento, insieme alla nuova mappatura della centralina ECU*, assicura alla motocicletta una curva consistente di potenza specialmente a bassi e medi regimi.

Oltre all’aumento della potenza, la riduzione del freno motore alla chiusura del gas dona alla motocicletta un feeling di leggerezza rendendola più facile da controllare. Anche il telaio è stato migliorato, riposizionando le pedane poggiapiedi, ora più basse e arretrate per rendere l’avantreno più leggero. Tra i miglioramenti, uno in particolare riguarda l’innovativo montaggio della ventola del radiatore, progettato per mantenere la ventola ancora più al sicuro, pulita e al riparo da polvere e fango, evitando così qualsiasi bloccaggio. Un altro importante miglioramento apportato sulla versione 2016 della 4RT 260, riguarda l’adozione delle gomme DUNLOP D803GP, capaci di un’incredibile trazione.

redmoto_montesa_cota4rt_race_replica1Le caratteristiche di queste nuove gomme rendono la motocicletta ancora più reattiva, specialmente sull’asse anteriore che risulta essere ancora più leggero. La Cota 4RT 260 mantiene la sua tipica colorazione rossa, ma nella versione 2016 è caratterizzata da dettagli in bianco che le conferiscono un look più moderno e accattivante. La Cota 4RT 260 Race Replica è ora equipaggiata con una nuova sospensione posteriore Showa, pensata per aumentare il livello di agilità e stabilità, incrementando la possibilità di regolazione del precarico molla. Come nei modelli 2015, la nuova Cota 4RT 260 viene commercializzata con la possibilità di installare una nuovissima sella supplementare (optional) per il trial leggero o per brevi trasferimenti, facile da rimuovere e dotata di un ampio spazio sottosella per poter contenere vari oggetti. Questo elemento, dà alla moto più versatilità, aumentandone le possibilità di utilizzo.

*E’ ora possibile acquistare come optional una centralina con doppia mappatura attivabile tramite un tasto di selezione collocato sul manubrio che viene venduto insieme alla centralina. In questo modo, al pilota viene data la possibilità di selezionare una seconda mappa in condizioni di scarso grip. Tutte e due le mappe della nuova centralina opzionale sono ulteriormente rimappabili usando l’apposito HRC Setting Tool.

Processo Costruttivo

Le Montesa Cota 4RT 260 e Montesa Cota Race Replica sono costruite nei moderni stabilimenti di Santa Perpetua de Mogoda, Barcellona. L’impianto produttivo integra i processi di saldatura, di costruzione del serbatoio della benzina, del forcellone e telaio in alluminio, assicurando uniformità produttiva per la massimizzazione degli standard qualitativi del marchio.

Concetto di Sviluppo

redmoto_montesa_cota4rt_260aBasato sulle nuove priorità degli appassionati, Montesa mantiene le sue caratteristiche originarie: tecnologico motore a 4 tempi con iniezione elettronica PGM-FI e leggero telaio in alluminio. Allo stesso tempo, per incrementarne la competitività, nel 2014 il team di sviluppo ha realizzato un nuovo propulsore incrementando la cilindrata a 260cc. E per soddisfare le aspettative e le esigenze degli attuali clienti, Montesa ha inoltre introdotto due versioni del modello

Cota 4RT: la 4RT260 e la Race Replica, con lo spirito di raggiungere la più ampia fascia di clienti. Cota 4RT260: un modello di alta qualità ad alte prestazioni sviluppato in stretta collaborazione con il Team Repsol Montesa Honda.,  Fin dal lancio ha dimostrato di essere una reale alternativa alle economiche moto con motore a 2T.

Cota 4RT260 Race Replica: per i clienti più esigenti che vogliono una moto di elevatissima qualità, la Cota Race Replica offre loro l’esclusività del suo allestimento di categoria superiore e la possibilità di guidare una moto in grado di primeggiare in tutte le Competizioni Mondiali, proprio come la Montesa Cota 4RT ufficiale, guidata dai piloti Repsol Montesa Honda, Toni Bou, Takahisa Fujinami e Jaime Busto.

Disegno e Stile

Entrambe le versioni della nuova Cota 4RT, la 4RT260 e la Race Replica, trasmettono uno stile fluido e moderno. La versione 2016 della Cota 4RT è arricchita con nuove colorazioni e grafiche che garantiscono alla motocicletta uno stile ancora più moderno e sportivo, grazie alla classica colorazione in rosso arricchita con dettagli in bianco e nero. Un rosso che è altresì presente nei mozzi ruota creando una perfetta combinazione con i cerchi anodizzati neri. Il serbatoio carburante, snello e compatto, ha una capacità sufficiente per divertirsi una giornata intera. La versione Race Replica conferma la nuova e potente immagine della moto Campione del Mondo. I modelli 4RT si sono resi famosi per le loro finiture e l’eccellente qualità dei componenti che mantengono le loro proprietà intatte nel corso degli anni.
Questa è una particolarità che è stata mantenuta anche nelle nuove Cota con l’introduzione di adesivi con la miglior qualità presente sul mercato.

Motore

La Cota 4RT 260 YM2016 eredita il motore da 260cc della passata stagione che già includeva nuovo albero a camme ridisegnato per regolare i diagrammi di distribuzione in funzione di una miglior risposta del motore ad ogni regime di giri. Nelle nuove versioni 2016, le Cota beneficeranno di un notevole aumento di potenza grazie all’adozione di una nuova pompa benzina che assicura un maggior flusso di carburante. Questo elemento, insieme alla nuova mappatura della centralina, assicura alla motocicletta una curva consistente di potenza specialmente a bassi e medi giri di motore.

Un altro aspetto importante è la sensibile riduzione del freno motore, una caratteristica del motore a 4T che è stata intelligentemente risolta dagli ingegneri Honda inserendo un sistema di decompressione nel carter. Attraverso questo sistema, quando si chiude il gas, il freno motore è minimizzato dando al pilota la sensazione di guidare una moto più leggera e facile da controllare. Per i modelli 2016 il freno motore è stato ulteriormente ridotto rendendo le motociclette ancora più facili da guidare. Con la nuova mappatura, la nuova Cota ottiene una migliore capacità di trazione in special modo sui terreni scivolosi, sia mantenendo l’acceleratore costante sia in situazioni più critiche, come quando si chiude e riapre il gas. Con questa funzione la moto è più efficiente e il pilota ottiene una migliore risposta che contribuisce a miglior controllo. Il motore offre una eccellente risposta ai bassi regimi per dare al pilota una miglior percezione di controllo del motore. Il propulsore risulta ora più flessibile e più facile da usare ad ogni regime di giri, fornendo valori di coppia più elevati specialmente ai regimi medio-alti. Un’altra caratteristica che vale la pena sottolineare è la perfetta connessione tra l’acceleratore e la risposta in trazione, un aspetto di vitale importanza nel trial, per il quale il funzionamento preciso dell’iniezione elettronica PGM-FI è essenziale.

* Disponibile come optional la centralina con doppia mappatura. La ECU opzionale è attivabile attraverso un tasto di selezione (venduto insieme alla centralina) da collocarsi sul manubrio. In questo modo, al pilota oltre che alla mappa standard, viene data la possibilità di selezionare una seconda mappa in condizioni di scarso grip. Naturalmente tutte e due le mappe della nuova centralina opzionale sono ulteriormente riprogrammabili utilizzando l’apposito l’HRC Setting Tool, altro utilissimo optional.

Telaio

redmoto_montesa_cota4rt_260Una delle più grandi novità introdotte nelle versioni 2016 riguarda il riposizionamento delle pedane, ora più basse e arretrate per consentire al pilota di guidare con il peso spostato più indietro e avere un maggiore controllo della moto. Le pedane sono inoltre più larghe e permettono al pilota di avere più padronanza, conferendo maggior aderenza allo stivale e scaricando molto meglio l’eventuale fango accumulato.

Infine, le pedane sono regolabili semplicemente cambiando gli adattatori che permettono al pilota di spostare a proprio piacimento la posizione in avanti e indietro incrementando il comfort di guida e il controllo del mezzo. Un altro importante miglioramento apportato sulla versione 2016 riguarda l’adozione delle gomme DUNLOP D803GP, capaci di un’incredibile trazione. Le caratteristiche di queste nuove gomme rendono la motocicletta ancora più reattiva e rendono l’avantreno ancor più leggero. Le nuove Cota 4RT260 e Race Replica sono dotate di un leggerissimo telaio e di un altrettanto leggero forcellone in alluminio sinonimo di grandi prestazioni e affidabilità. Nel modello Race Replica, telaio e forcellone presentano lo stesso colore anodizzato nero come le moto del Team Repsol Montesa Honda.

Nella versione 4RT260 i due componenti sono dotati di una formidabile finitura alluminio lucido. Un trattamento che permette di vedere la bellezza delle linee e la perfezione di ogni saldatura che comprova ancora una volta la qualità del modello.

Sospensioni

Race Replica: il modello mantiene sia all’anteriore che al posteriore le prestigiose sospensioni SHOWA di altissima qualità che continuano ad essere un riferimento nel trial. Nella versione 2016, la nuova sospensione posteriore Showa è stata ulteriormente migliorata inserendo una maggiore possibilità di regolazione del precarico molla, migliorando gli standard di agilità e stabilità.

Cota 4RT260: La sospensione anteriore è costruita da TECH, mentre la posteriore è dotata di un mono ammortizzatore pluri-regolabile R16V. Entrambi i produttori possiedono grande esperienza e forniscono questo tipo di sospensioni per diversi costruttori di moto da trial. Anche in questo caso, gli ingegneri di Tech, di R16V e Montesa Honda, in collaborazione con l’espertissimo pilota Amos Bilbao hanno lavorato insieme duramente per testare le sospensioni in diverse situazioni alla ricerca del miglior setting che confacesse alle caratteristiche della nuova Cota 4RT260.

La Cota 4RT260 è quindi dotata di un set di sospensioni che garantisce prestazioni eccellenti e una sensazione di guida molto leggera. Con queste sospensioni, la Cota 4RT260 è in grado di assorbire facilmente le asperità del terreno e, con la possibilità di regolazione si può passare da un assetto da gara ad un assetto più confortevole. Per quanto riguarda i settaggi di forcella e monoammortizzatore, all’anteriore le molle sono progressive e forniscono una ottima risposta e grande comfort senza far perdere la sensazione di leggerezza. Al posteriore, la sensibilità dell’ammortizzatore è stata ottenuta impostando un settaggio ottimale. La regolazione dell’ammortizzatore avviene manualmente senza il bisogno di attrezzi.

ECU programmabile HRC

Se uno dei vantaggi dell’adozione del sistema di iniezione PGM-FI è l’auto-regolazione della carburazione a seconda delle condizioni meteorologiche, i piloti più esigenti saranno in grado di variare le mappature di iniezione attraverso lo strumento HRC (opzionale) da collegare al proprio PC.

Il kit offerto come dotazione opzionale per le competizioni è composto da: Corpo farfallato e ECU, interfaccia e CD-ROM.

Freni

La Cota Race Replica adotta un impianto frenante anteriore firmato Braktec, con una pinza monoblocco a 4 pistoncini. La pinza, oltre ad essere robusta e precisa, rende la frenata efficiente e potente. Anche la Cota 4RT260 è equipaggiata con impianto frenante Braktec.

Equipaggiamento di alta qualità

Entrambi i modelli mantengono la loro caratteristica dell’altissima qualità dei componenti, come l’avanzato sistema elettrico senza batteria che alimenta, tra gli altri, il sistema di iniezione e la bobina di accensione. Si evidenzia inoltre l’impiego di un sensore di inclinazione che spegne il motore quando la motocicletta è inclinata di oltre 65° per una frazione di tempo di 7 secondi. Con questo dispositivo si riduce notevolmente l’esposizione del pilota a rischi mentre il motore viene protetto, specialmente in situazioni dove lo stesso potrebbe rimanere accelerato. Il cerchio della ruota posteriore mantiene il suo usuale disegno a 32 raggi con regolazione centrale che consente una riduzione significativa del peso, una facile manutenzione e il montaggio del pneumatico tubeless, tutto a vantaggio della riduzione delle masse.

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.