10 dicembre 2016

Roma – Tutto pronto per la presentazione della seconda edizione del bando “Torno Subito”

Lunedì 15 Giugno alle 15:00 al Centro Congressi del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale dell’Università Sapienza di Roma (Via Salaria, 113), si terrà la presentazione della seconda edizione del bando “Torno subito” della Regione Lazio rivolto ai giovani. La seconda edizione del programma si rivolge a un numero più ampio di destinatari, avvalendosi di uno stanziamento doppio rispetto all’edizione precedente.

La presentazione è organizzata dal Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale dell’ateneo insieme all’Associazione Alternativa Europea, presieduta da Olimpia Troili, con il patrocinio della Regione Lazio. Interverranno il Direttore del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale Prof. Mario Morcellini, il Capo Gruppo della Civica Zingaretti Michele Baldi, il Prof. Marco Cilento del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca sociale, Stefania Zanda dello staff assistenza tecnica “Torno Subito” e altri docenti del Dipartimento. Inoltre, è prevista la testimonianza dei giovani che hanno partecipato alla scorsa edizione.

“E’ importante far conoscere a tutti coloro che hanno fra i 18 e i 35 anni questa bella opportunità – dichiara il Consigliere Michele BaldiRingrazio gli organizzatori di questa iniziativa, di grande importanza per far conoscere questo bando ai ragazzi e, parallelamente, disseminare i risultati, estremamente positivi, relativi all’edizione dell’anno scorso”.

“Come Presidente di Alternativa Europea – dichiara Olimpia Troilisono felice di poter contribuire alla promozione del bando “Torno Subito” interamente finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo e che, soltanto quest’anno, permetterà a circa 1000 ragazze e ragazzi di realizzare esperienze integrate di studio o di lavoro in Italia e all’estero con il patto di riportare le competenze acquisite nel tessuto produttivo regionale. La continuità di questo bando con le politiche europee è garantita perché aiutare i giovani a entrare nel mercato del lavoro costituisce una priorità assoluta del Fondo Sociale Europeo in tutti gli Stati membri.”