9 dicembre 2016

Mondiale SBK – Giugliano di un soffio davanti a Rea nel venerdì di libere portoghese

Il venerdì di prove libere del Campionato Mondiale eni FIM Superbike a Portimao ha visto il miglior tempo di Davide Giugliano, autore di un crono di 1’43.323 nel finale del secondo turno di libere. Il pilota romano, al suo terzo fine settimana della stagione, oltre alla non perfetta condizione fisica, dovuta al recupero dall’infortunio, sta affrontando anche una sindrome influenzale la quale, sotto il sole dell’Algarve, certo non aiuta le performance dell’ex vincitore della STK1000.

Scalzato dalla prima posizione Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), il più veloce in mattinata, il quale ha però mostrato un passo invidiabile nei vari giri completati questo pomeriggio: il capo classifica ha dimostrato di essere particolarmente incisivo nell’ultimo settore della pista, tratto ovviamente cruciale per un finale di gara in volata.

Terzo posto per Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), a precedere Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) ed un ottimo Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia), quinto nonostante una scivolata ad inizio turno ed il tempo perso ai box, davanti ad Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike) e Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils), quest’ultimo in ripresa dopo aver perso tutta la prima sessione a causa di problemi tecnici.

Completano la top-10 Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils) e Matteo Baiocco (Althea Racing Ducati), nono e decimo, davanti ad un Michael van der Mark (Pata Honda World Superbike) ad un secondo di distacco dalla vetta ma abile ad evitare l’impatto contro gli air fence a seguito di un’uscita di pista.

Il terzo turno di prove libere, l’ultimo valido per l’accesso alla Tissot-Superpole, avrà inizio domani alle 9:45 ora locale (GMT+1).
Fonte: worldsbk.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5987 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.