7 dicembre 2016

Ladispoli – Uccide il fidanzato della figlia per sbaglio, è giallo

Tragedia a Ladispoli dove un ragazzo di 20 anni, Marco Vannini, è stato ucciso da un colpo di pistola dal padre della sua fidanzata. Secondo i primi rilevamenti, Antonio Ciontoli, luogotenente della Marina Militare, stava pulendo la sua pistola quanto è partito un proiettile che colpito il ragazzo.

In queste ore stanno indagando i carabinieri per chiarire la dinamica dei fatti, visto che rimangono ancora molti dubbi. I militari stanno interrogando i familiari per capire le circostanze dell’incidente che sarebbe avvenuto intorno alla mezzanotte tra domenica e lunedi, un orario non proprio consono per pulire un arma.

Dubbi anche sulla modalità di chiamata al 118, con una prima allerta poi rientrata e successivamente la seconda chiamata che ha trasportato il Vannini al primo intervento di Ladispoli, posto non attrezzato per gestire le emergenze come queste, e in seguito trasferito in eliambulanza al Gemelli di Roma.

Al momento il militare è accusato di omicidio colposo, la procura ha disposto l’autopsia sul corpo del ragazzo.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.