MotoGP – Argentina, prima fila per Andrea Iannone

I piloti del Ducati Team hanno disputato oggi una buona sessione di qualifica a Termas de Rio Hondo. Andrea Iannone  ha infatti ottenuto il terzo miglior crono e partirà domani dalla prima fila per il GP de la República Argentina, mentre Andrea Dovizioso scatterà dalla seconda fila con il sesto tempo.




In una giornata di sole, con la temperatura dell’aria intorno ai 26 gradi, i piloti del Ducati Team sono scesi in pista al mattino nella terza sessione di prove libere ed hanno ottenuto il terzo (Iannone) e quarto (Dovizioso) tempo, garantendosi così il passaggio diretto alle Q2.
Nel pomeriggio, dopo i 30 minuti di FP4 conclusi da Dovizioso al quarto posto e da Iannone al settimo, i due piloti italiani si sono preparati a scendere in pista per la seconda sessione di qualifica, decisiva per le prime quattro file.
Iannone, alla sua seconda uscita con pneumatico posteriore medio, ha ottenuto il terzo miglior tempo in 1’38”467, a circa sei decimi dall’autore della pole position Marquez, mentre Dovizioso si è dovuto accontentare della seconda fila, con il sesto crono di 1’38”520.
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 1’38”467 (3°)
“Sono contento perché la prima fila era uno dei nostri obiettivi e siamo riusciti a centrarlo, però insieme al mio team dobbiamo ancora cercare di trovare una soluzione per poter sfruttare al meglio la gomma morbida. Abbiamo comunque fatto un buon lavoro, e la mia squadra mi ha aiutato moltissimo questo weekend. Sono riuscito a migliorare e a mettere a posto la mia GP15 turno dopo turno, e questa è una cosa fondamentale. Sicuramente domani sarà importante partire bene e bisognerà cercare di non stressare troppo la gomma posteriore, anche perché noi non abbiamo la mescola extra-hard, e io spero di poter essere lì a lottare con i primi per tutta la gara.”
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 1’38”520 (6°)
“Sono soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto, perché siamo arrivati nel turno di FP4 competitivi e veloci e siamo riusciti a migliorare ancora un po’. Abbiamo fatto anche una comparazione delle due gomme anteriori a disposizione e con questo caldo la dura va un po’ meglio. In qualifica non sono riuscito a fare un bel giro completo, ed è un peccato non essere in prima fila per poco, ma non è un grosso problema. Secondo me sarà una gara molto difficile perché tutti dovranno gestire la gomma posteriore, però noi siamo veloci e quindi sarà molto importante fare una buona partenza. Solo in gara capiremo veramente qual è il passo, ma soprattutto chi riuscirà ad essere costante per tutti i 25 giri.”

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8962 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.