8 dicembre 2016

Roma – M5S: “Mozione per un nuovo accordo sul salario accessorio.”

“Il M5S ha presentato una mozione con cui ha chiesto al Sindaco ed alla Giunta -dopo la netta e sonora bocciatura da parte dei dipendenti capitolini della preintesa siglata dalla stessa Giunta ed alcune organizzazioni sindacali- di riprendere immediatamente le trattative e sospendere, in tale fase, l’applicazione dell’atto unilaterale di giunta del 1.8.2014, con il quale è stata imposta la nuova disciplina del contratto collettivo decentrato integrativo per tutti i dipendenti capitolini.

Siamo rimasti basiti dal fatto che la maggioranza non abbia firmato la nostra mozione: se ne deduce che non ha alcun interesse verso le condizioni dei dipendenti comunali,” affermano i consiglieri Marcello De Vito e Daniele Frongia.

La mozione M5S Roma prevede inoltre che la Giunta si faccia portavoce presso il Governo nazionale per ottenere lo sblocco e il rinnovo del contratto nazionale del pubblico impiego, oramai fermo da oltre 6 anni e che, nella fase intermedia, applichi delle condizioni comunque migliorative della preintesa del 6.2.2015, da definirsi all’esito delle trattative richieste nella stessa mozione.

Occorre convocare in tempi brevi le rappresentanze sindacali dei lavoratori capitolini per riavviare il confronto sul salario accessorio e per giungere alla definizione di un atto pienamente partecipato e condiviso, che stabilisca un livello salariale adeguato e che non sia al di sotto della soglia assoluta di povertà, come è, invece, quello derivante dall’applicazione dell’atto nuovamente ed indegnamente imposto dalla giunta dopo la bocciatura referendaria. Pur avendo bene a mente le note osservazioni del MEF, ci chiediamo come mai non sia stato chiesto nulla ai dirigenti, dal momento che il loro stipendio medio si aggira intorno a 100 mila euro all’anno: una cosa assolutamente indegna”, concludono fermamente De Vito e Frongia.

“Per il M5S capitolino l’impegno è rivolto ad ottenere un sistema pubblico efficiente che consenta davvero di rispondere alle esigenze dei cittadini. Ben sapendo che efficienza e malcontento dei lavoratori sono tra loro inconciliabili ai fini della riorganizzazione della macchina capitolina.”

About Ruggero Terlizzi 2878 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it