Ue, l’Italia rischia tre procedure per gli squilibri economici e il debito 2016-2017



L’Italia rischia l’apertura di tre procedure di infrazione: una sugli squilibri economici, una sul mancato rispetto della regola del debito nel 2017 e una sui conti del 2016. Eventualità che si profila astratta da un punto di vista politico, ma tecnicamente possibile.

Come si legge nel rapporto sul debito pubblico italiano, pubblicato questa mattina dalla Commissione europea, “l’Italia è a rischio di non conformità con la regola del braccio preventivo sia nel 2016 che nel 2017″. Il braccio preventivo mira a garantire politiche di bilancio sostenibili nell’arco del ciclo economico attraverso il raggiungimento dell’obiettivo di bilancio a medio termine (il saldo di bilancio strutturale). Bruxelles spiega che la valutazione sui conti 2016 è strettamente legata al 2017. Per rispettare le regole quest’anno, infatti, la Commissione ribadisce all’Italia l’impegno di presentare entro aprile una manovra correttiva “credibile” pari allo 0,2% del pil.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 12102 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.