Ciampino, aeroporto Pastine, precisioni dell’amministrazione sulla sentenza del TAR



In merito alla notizia diffusa ieri circa la sentenza del Tar che avrebbe riaperto la possibilità di voli notturni sull’Aeroporto di Ciampino, l’Amministrazione comunale di Ciampino precisa che tale sentenza non consente ciò, ma amplia solo la possibilità di effettuare atterraggi oltre l’orario delle 22 in caso di guasto tecnico o impedimento motivato che causi ritardo prima della partenza. Rimane infatti in vigore il limite orario in cui è consentito effettuare i voli commerciali, come da D.P.R. 09-11-1999, n. 476 e D.Lgs. 17-01-2005, n.13.

“Ribadiamo quanto meglio specificato da Enac che ha confermato a mezzo stampa che l’operatività dello scalo Pastine resta invariata e che all’aeroporto saranno consentiti oltre la mezzanotte soltanto gli atterraggi nei casi di voli con ritardi causati da forza maggiore. Questo – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli – significa che resta il divieto dei voli commerciali dalle 22 alle 6. Ciò che invece ha modificato la sentenza è unicamente la possibilità di atterrare anche oltre la mezzanotte per i soli voli notturni in cui il ritardo sia giustificato da motivi di forza maggiore, relativi a questioni di sicurezza. Apprezziamo dunque quanto comunicato da Enac ma al tempo stesso – ha concluso il Sindaco Terzulli – l’ufficio legale dell’Ente valuterà se ci sono gli estremi per un ricorso al Consiglio di Stato, per ribadire ancora una volta che la Città di Ciampino non può sopportare un ampliamento del numero dei voli e per contestare l’opportunità di tale sentenza perchè, alla luce del fatto che Ryanair, oggi, opera anche all’aeroporto di Fiumicino, riteniamo che sarebbe stato più opportuno che anche questi voli notturni eccezionali della compagnia irlandese fossero stati dirottati allo scalo internazionale “Leonardo da Vinci” invece che al “Pastine”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.