Ex centrale Enel, Coronas: “Fiumicino è ancora in attesa dell’Auditorium. Perché non farla diventare una scuola?”



Carenza di scuole da un parte e strutture inutilizzate dall’altra: questa la perenne contraddizione che attanaglia il territorio di Fiumicino, che da sempre deve fare i conti con la scarsa disponibilità di spazi da adibire a scuole dell’infanzia o per la formazione dei giovani.

Eppure, sono molte le opere annunciate ma mai realizzate

Eppure, sono molte le opere annunciate ma mai realizzate presenti sul nostro territorio ed una di queste è l’ex Centrale Enel: un’enorme struttura abbandonata a se stessa ed ormai diventata fatiscente. Tale costruzione, è stata acquistata dal Comune di Fiumicino, il quale, come annunciato in più occasioni sulla stampa dal Sindaco e dal Vicesindaco, dovrebbe diventare un non meglio specificato Auditorium.

Sappiamo che è stata avviata una procedura di gara finalizzata alla ristrutturazione dell’immobile, ma non sarebbe più opportuno ed utile pensare ad una destinazione diversa di tale manufatto? Vista la sua ampiezza, riuscirebbe a sopperire alla mancanza di aule, dove poter far studiare i nostri bimbi o i nostri ragazzi. Inoltre, stando ai dati in nostro possesso, la procedura di gara avviata così come sembra e della quale non conosciamo nemmeno l’importo, risulterebbe anomala e richiederà delle giustificazioni.

Per fare chiarezza, ho presentato un’interrogazione urgente con risposta scritta, al fine di non sprecare un’imponente opera come questa e di poterne sfruttare tutte le potenzialità.

Così in una nota Alessio Coronas, capogruppo di Forza Italia Fiumicino


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.