Di Battista: “Le armi italiane a Kiev hanno avuto il risultato di auto-squalificare il nostro Paese”

di battista



Così Alessandro Di Battista sulla sua pagina Facebook:

Smettere di inviare armi all’Ucraina (un paese che non fa parte della NATO e al quale altri paesi NATO hanno deciso di non fornire armamenti) non mette affatto a rischio la sicurezza nazionale.

Chi lo dice lo sa ma forse cerca un pretesto

Le armi italiane a Kiev, ad oggi, hanno avuto un solo risultato: auto-squalificare il nostro Paese dal possibile ruolo di mediatore in una guerra che dissangua l’Ucraina in primis e l’Europa poi. Ruolo, tra l’altro, che sta giocando la Turchia, il Paese che, anche grazie alla NATO, controlla, di fatto, parte della Libia e questo sì (come ricorda Alberto Negri) mette a rischio i nostri interessi e la sicurezza nazionale.

var url297275 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1149&evid=297275”;
var snippet297275 = httpGetSync(url297275);
document.write(snippet297275);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23923 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.