Prezzi produzione industria, Istat: +35,3% su base annua

produzione



Ad aprile 2022 i prezzi alla produzione dell’industria aumentano dello 0,2% su base mensile e del 35,3% su base annua (era +36,9% a marzo).

Sul mercato interno i prezzi diminuiscono dello 0,3% rispetto a marzo 2022 e aumentano del 44,1% in termini tendenziali (da +46,6% del mese precedente). Al netto del comparto energetico, la crescita dei prezzi è più sostenuta su base congiunturale (+2,0%) mentre è di larga misura inferiore su base tendenziale (+14,5%).

+1,7% su bas emensile

Sul mercato estero, i prezzi crescono su base mensile dell’1,7% (+1,9% area euro, +1,7% area non euro) e registrano un incremento su base annua del 13,3% (+14,1% area euro, +12,7% area non euro).

Nel trimestre febbraio-aprile 2022, rispetto al trimestre precedente, i prezzi alla produzione dell’industria crescono del 9,9%, con una dinamica molto più accentuata sul mercato interno (+11,9%) rispetto al mercato estero (+4,1%).

Ad aprile 2022, si rilevano aumenti tendenziali diffusi a tutti i settori manifatturieri su tutti i mercati: i più marcati riguardano coke e prodotti petroliferi raffinati (+42,9% mercato interno, +14,9% area euro, +49,1% area non euro), metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+27,9% mercato interno, +34,7% area euro, +27,8% area non euro), prodotti chimici (+23,9% mercato interno, +22,4% area euro, +23,1% area non euro), industrie del legno, della carta e stampa (+19,3% mercato interno, +22,8% area euro, +16,0% area non euro) e articoli in gomma e materie plastiche (+17,0% mercato interno, +13,5% area euro, +16,1% area non euro).

Ad aprile 2022 i prezzi alla produzione delle costruzioni per “Edifici residenziali e non residenziali” crescono del 2,4% su base mensile e del 10,5% su base annua. I prezzi di “Strade e Ferrovie” aumentano dell’1,6% in termini congiunturali e dell’8,2% in termini tendenziali.

Il commento

Ad aprile, i prezzi alla produzione dell’industria registrano un rialzo congiunturale modesto cui contribuisce il lieve calo registrato sul mercato interno, dopo sedici mesi consecutivi di incrementi.

Su base annua, la crescita, pur rimanendo molto sostenuta, decelera a seguito soprattutto del rallentamento sul mercato interno dei prezzi dei prodotti energetici, che confermano una dinamica tendenziale molto accentuata. Sia sul mercato interno sia su quello estero, si rilevano accelerazioni dei prezzi diffuse a quasi tutti i settori manifatturieri.

Per le costruzioni, con riguardo sia agli edifici sia alle strade, i prezzi alla produzione segnano ancora ampi rialzi congiunturali, a causa degli aumenti dei costi dei materiali; su base tendenziale, i prezzi continuano ad accelerare.
[smiling_video id=”286982″]

var url286982 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1149&evid=286982”;
var snippet286982 = httpGetSync(url286982);
document.write(snippet286982);

[/smiling_video]

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Prezzi produzione industria, Istat: +35,3% su base annua

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28219 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.