Roma-Lido, Alessandri: “Nessuna guerra tra istituzioni, competenza è di ATAC”

Foto di repertorio



“Nessuna “guerra tra Istituzioni” a proposito della Roma-Lido, raccontarla così è sbagliato. La Presidente del Municipio di Ostia ha semplicemente scritto all’ente sbagliato, perché le sue preoccupazioni, polemiche, rispetto alle soppressioni delle fermate sulla tratta doveva esprimerle ad Atac e a all’amministrazione comunale di Roma, non a noi.

E qui non è un fatto di interpretazioni, di fazioni

E qui non è un fatto di interpretazioni, di fazioni: c’è il giusto e c’è lo sbagliato, basta sapere che tutto quello che avviene rispetto alle scelte di gestione del servizio fino al 31 dicembre di questo anno è responsabilità di Atac. Quelle soppressioni non le ha decise la Regione, ma Atac, che riceve 90 milioni di euro l’anno per gestire le ferrovie ex concesse, è così chiaro. E le ha decise perché obbligata dalla sua stessa scarsa efficienza, evidentemente: non ha treni disponibili, non avendo fatto le dovute manutenzioni sul materiale rotabile. Chi lo dice? Potreste dire. Lo dice, e lo ha scritto, più volte l’agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria, che alla fine, sollecito dopo sollecito, preso atto dell’inconcludenza di Atac ha fermato 4 treni. Queste trascuratezze, questi ritardi e le inottemperanze di cui Atac è stata protagonista, rispetto alla manutenzione dei treni, al rispetto delle prescrizioni dell’Agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria, rispetto al decoro delle stazioni ha messo in importante difficoltà la Regione e migliaia di cittadine e cittadini, hanno provocato questi forti disagi.

Tutte queste inadempienze

Tutte queste inadempienze sono state puntualmente eccepite dalla Regione, perché oltre ad essere indignati non permetteremo che i soldi dei contribuenti vengano investiti in servizi pubblici che per responsabilità di altri non si realizzano. Io parlo con lingua dritta, e non voglio fare la campagna elettorale su una ferrovia, come fosse un tema da niente, né favorire guerre, alimentarle. Semplicemente ribadisco: la Presidente del Municipio ha scritto all’ente sbagliato, probabilmente sapendolo. Nell’ipotesi peggiore, non sapendolo. Mentre queste provocazioni, schermaglie divertono tanto, appassionano, noi siamo al lavoro. Anche sostituendoci, e sempre più spesso, a chi ha dimostrato di non saper fare il proprio dovere, con la necessaria disciplina.  Vorrei, vorremmo, cominciare a far parlare solo i fatti. Capisco che per altri è più difficile, ma proprio tanto, ma questa difficoltà non può diventare un problema di tutti”.

 

Lo scrive sul suo profilo Facebook Mauro Alessandri, assessore alla Mobilità della Regione Lazio.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 14097 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.