Giornata ecologica nel comune di Casaprota domenica 29 agosto per difendere l’ambiente della Sabina

Giornata ecologica



Retake Sabina ha programmato a Casaprota, domenica 29 agosto 2021 alle ore 8.30, il primo evento che il gruppo di volontari ambientalisti tiene fuori del comune di Castelnuovo di Farfa. Altri comuni saranno interessati prossimamente da tali giornate a difesa del nostro ambiente. L’evento di domenica prossima è stato organizzato in collaborazione con il comune, la Pro Loco e la Protezione Civile di Casaprota, la Protezione Civile di Montenero, l’associazione Pago APS e “La tenuta Resort Agricolo”.

È prevista anche la presenza dei carabinieri forestali e della polizia locale

L’evento consisterà in una passeggiata ecologica per la rigenerazione ambientale di un tratto delle scarpate  della strada Provinciale che collega il comune di Casaprota a Ponte Buita. L’appuntamento è alle ore 8,30 nella piazza del Municipio di Casaprota, di fronte al Bar Micarelli. L’intervento si rende necessario per recuperare una grande quantità di rifiuti abbandonati lungo le scarpate, che sono venuti alla luce dopo il recente  taglio dell’erba.

L’attività dei volontari sarà svolta evitando assembramenti e rispettando tutte le misure igienico-sanitarie prescritte dalla legge anti Covid-19. I volontari, dovranno essere muniti di mascherine. Sempre per problemi connessi alla limitazione dei contagi, sarebbe opportuno venire muniti anche di guanti personali. In caso di necessità l’organizzazione provvederà a fornirli a chi ne fosse sprovvisto. Continua l’impegno di Retake Sabina nella lotta  contro il degrado, nella valorizzazione dei beni pubblici e nella diffusione del senso civico sul nostro territorio. Sono invitati tutti, adulti giovani e bambini, ad unirsi mettendoci il cuore, perché se ognuno farà la sua parte, il nostro territorio diventerà  sempre più bello e attraente anche sul piano turistico.

Per info: sabina@retakeroma.org
Tel. 3666609614  / 3477852639

Sono convinto che questa tipologia di volontariato e di attività sia strategica per la Sabina, un territorio meraviglioso che rischia di diventare, come abbiamo già detto, una discarica. Chi getta i rifiuti in modo indiscriminato nei prati, nei fiumi e nei boschi, invece di conferirli, come in tutti i paesi possiamo fare con una semplice telefonata, commette un grave reato. Ben vengano le fototrappole annunciate e soprattutto la vigilanza di cittadini e forze di polizia. Credo che siamo tutti d’accordo che di pari passo si debba intervenire con la cultura civica, specie nelle scuole, e con l’azione concreta sul territorio, come alcune associazioni fanno con grande merito, grande quanto la quantità di rifiuti raccolti nei prati, lungo i fiumi e nei boschi ad ogni passeggiata ecologica. Grazie infinite a tutti i volontari che si impegnano per l’ambiente della Sabina.

Giuseppe Manzo


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.