Ruotolo: “Quei pericoli sono svaniti?”

pericoli



La vedrò domani per la prima volta in aula da quando sono stato eletto senatore, quasi un anno fa, Liliana Segre, la senatrice a vita sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz. L’età e la pandemia l’hanno tenuta lontana da palazzo Madama ma, come ha annunciato nell’intervista a Gad Lerner sul Fatto Quotidiano “di fronte a questa situazione ho sentito un richiamo fortissimo, un misto di senso del dovere e di indignazione civile”.

Nessun voto vada perso

La posta in gioco è altissima perché questa crisi politica improvvisa e del tutto incomprensibile e pericolosa rischia di portarci al voto anticipato. In piena pandemia, con la campagna di vaccinazione in corso, con il Recovery plan da consegnare all’Europa.
Oggi il presidente del Consiglio Conte chiederà la fiducia alla Camera, domani mattina sarà al Senato. Dovremmo farcela ma non è detto. La soglia dei 161 voti è lontana e quindi presumibilmente potremo contare su una maggioranza relativa. Liliana Segre conclude la sua intervista ricordando che questo governo nacque perché occorreva preservare il Paese da gravissimi pericoli. Ma quei pericoli sono svaniti? La decisione di Matteo Renzi di far dimettere le due ministre di Italia Viva rischia di consegnare il Paese agli amici di Donald Trump.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar photo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 24114 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.