DPCM Natale: coprifuoco e ristoranti chiusi la sera, queste le ipotesi

natale



La conferma del coprifuoco alle ore 22 anche a Natale e Capodanno e la chiusura dei ristoranti la sera avrà effetti devastanti sui consumi alimentari delle famiglie, sul comparto enogastronomico italiano e sul settore della ristorazione.

CODACONS: CON COPRIFUOCO ALLE 22 IMPOSSIBILE TRADIZIONALE CENONE IN FAMIGLIA

Lo afferma il Codacons, commentando il Dpcm sul Natale oggetto oggi di incontro in videoconferenza tra il ministro Francesco Boccia e le Regioni.
Il coprifuoco alle 22 di fatto impedirà i cenoni allargati in famiglia e i ricongiungimenti durante le feste, con effetti diretti sulla spesa degli italiani per cibo e bevande – afferma il Codacons – Dal cenone della Vigilia alle feste di Capodanno, le famiglie spendono circa 5 miliardi di euro per i consumi alimentari: il rischio concreto è che le misure annunciate dal Governo affossino gli acquisti nel comparto agroalimentare, con una riduzione che potrebbe raggiungere il -10% rispetto allo scorso anno e una perdita di consumi per complessivi 500 milioni di euro.

FORTI RIPERCUSSIONI SU CONSUMI ALIMENTARI E RISTORAZIONE

Un danno enorme per le imprese del settore che andrebbe ad aggiungersi alle immense ripercussioni per la ristorazione, che a Natale e Capodanno vedrebbe del tutto azzerati gli incassi – conclude il Codacons.

 

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.