Firenze: ottobre, il mese dell’Affidamento familiare

turismo



Prendono avvio una serie di iniziative per avvicinare e far conoscere e famiglie e single a questo servizio
Ottobre è il mese dell’affido e anche quest’anno torna la campagna di sensibilizzazione il ‘Mese dell’affido’ per stimolare possibili genitori a prendere in affido minori con difficoltà familiari, promuovendo così una delle più alte forme di solidarietà umana e sociale. Quest’anno la campagna realizzata e promossa dal Centro affidi del Comune, giunta alla ottava edizione, si terrà in forma ridotta e in larga parte ‘da remoto’ a causa delle disposizioni attuative per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Ad oggi i progetti di affidamento eterofamiliare in corso sono 69

Nel 2019 sono stati attivati in totale 19 progetti di affidamento, mentre da gennaio scorso ad oggi sono stati attivati 9 progetti nonostante le limitazioni che l’emergenza sanitaria ci ha imposto. Attualmente ci sono ancora circa 15 bambini che aspettano una famiglia/persona single ‘giusta’ per la loro situazione. Nel corso del 2019 si sono conclusi 12 progetti di affido di cui 9 con il rientro del minore nella propria famiglia d’origine. Ad oggi nella banca dati del Centro affidi del Comune di Firenze sono presenti 110 famiglie. Nonostante il periodo di emergenza abbia costretto a rimodulare le attività di sensibilizzazione e reperimento delle famiglie, da gennaio a oggi si sono avvicinati al Centro affidi 22 nuclei tra famiglie e singole persone per richiedere informazioni sull’esperienza di affido.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21423 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.