Codice della strada: è polemica sul semaforo giallo di 3 secondi

semaforo giallo
Per notizia in canale Motori: Multa al semaforo è legittima se 'giallo' dura 3 secondi



E’ scontro sulla riforma del Codice della strada, con il Codacons pronto a dichiarare una guerra legale se passeranno alcune novità che rischiano di danneggiare gli automobilisti.

SUBITO MODIFICHE AL TESTO DELLA RIFORMA O SCATTERANNO DENUNCE PER ATTENTATO ALLA SICUREZZA DEI TRASPORTI

Sul banco degli imputati il provvedimento che prevede la possibilità per i Comuni di limitare a 3 secondi la durata del giallo ai semafori, e l’assenza di qualsiasi misura per incrementare la sicurezza sul fronte dei monopattini elettrici.

“Limitare a 3 secondi la durata del semaforo giallo è una aberrazione che da un lato aumenterà il numero di multe nei confronti degli automobilisti a tutto vantaggio dei comuni, dall’altro incrementerà il rischio di incidenti agli incroci – spiega il presidente Carlo Rienzi – Un tempo così limitato per il giallo impedisce infatti agli utenti di frenare in sicurezza, e avrà effetti negativi sulla sicurezza stradale portando ad una impennata degli incidenti in prossimità degli incroci”.
“Per tale motivo, se dovesse passare questa modifica al Codice della strada, siamo pronti ad una raffica di denunce penali per il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti, considerato che la misura va nella direzione di diminuire la sicurezza stradale nelle città” – aggiunge Rienzi.

NESSUN INTERVENTO SU MONOPATTINI NONOSTANTE SOLO A MILANO SI CONTINO PIU’ DI 150 INCIDENTI IN 3 MESI

Grave poi che la riforma del Codice non faccia alcun riferimento ai monopattini elettrici, mentre in Italia aumentano incidenti anche gravi e si registrano abusi e illegalità nell’utilizzo di tale mezzo: basti pensare che solo a Milano si sono registrati oltre 150 incidenti solo negli ultimi 3 mesi – conclude il Codacons.

 

Codacons CS

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.