Confesercenti: bilancio a sei mesi da inizio lockdown

popolazione



Nel pomeriggio di martedì 22 settembre, la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise, il segretario generale Mauro Bussoni e il direttore generale Giuseppe Capanna hanno incontrato in video call tutti i presidenti e i coordinatori nazionali delle federazioni di categoria Confesercenti.

Un appuntamento importante per tracciare un bilancio a sei mesi dall’inizio del lockdown. Un webinar per fare il punto sulle azioni messe in campo da Confesercenti e sulle richieste, gli interventi e le sollecitazioni portati avanti dall’Associazione in relazione ai provvedimenti messi in campo dal Governo in questa fase di emergenza economica.

“Il Covid ha imposto alle nostre imprese sacrifici mai sperimentati prima – le parole della presidente De Luise – Le imprese però hanno dimostrato resilienza, capacità di resistere e grande responsabilità. Il costo pagato dalle imprese e dal sistema Paese è stato altissimo e i dati parlano da soli. Il lavoro portato avanti da Confesercenti in questi mesi è stato complesso: una rincorsa quotidiana per recepire le istanze delle nostre imprese e trasmetterle al governo. La Confesercenti nazionale e le Confesercenti territoriali sono riuscite ad essere presidio, basi di aiuto e sicurezza per tanti imprenditori”.

Bilancio dei provvedimenti

La Presidente di Confesercenti ha poi tracciato un bilancio dei provvedimenti che in questi mesi di emergenza hanno caratterizzato il lavoro dell’Associazione e il rapporto con il Governo: dalla sicurezza negli esercizi commerciali alla sospensione e proroga delle misure fiscali; dalla denuncia del mal funzionamento di CIG e accesso al credito alla proroga di plastic tax, sugar tax e lotteria degli scontrini; dall’acconto Irap prorogato all’estensione del tax credit; dai contributi per locali da ballo e agenzie di viaggi all’adeguamento degli ambienti di lavoro; dai contributi a fondo perduto per le attività dei centri storici all’esonero da Irap e Tosap; dalla formazione continua al sostegno al reddito. E tanto altro ancora.

“Continuiamo a lavorare il più possibile – ha continuato Patrizia De Luise – per portare le imprese vive ed integre alla fine dell’emergenza. E poi è necessario lavorare a cosa mettere in campo per fortificare le nostre imprese per il dopo. Siamo chiamati a gestire bene i fondi europei. Abbiamo lavorato tanto per ottenere il massimo per ogni settore delle nostre aziende. Niente barricate ma risultati ottenuti con forza e fermezza”.

Un incontro per guardare al futuro, dove tutti i presidenti delle federazioni hanno analizzato la situazione del proprio settore, con l’obiettivo di valutare le prospettive delle imprese e dell’economia, per sostenere tutti insieme la ripartenza del tessuto imprenditoriale italiano.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 19301 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.