Appio Latino, abusa di alcol e psicofarmaci e aggredisce padre e figlia

Casal Palocco



La scorsa sera, i Carabineiri del Nucleo Radiomobile hanno concluso un non semplice intervento nella zona di via Latina, dove una donna romana di 44 anni, in preda agli effetti dell’abuso di super acolici e psicofarmaci, aveva malmenato in casa il padre 76enne e la figlia di 19 anni, tenendoli segregati in casa sotto la costante minaccia di un coltello da cucina.

Le urla provenienti dalla casa

Le urla provenienti dalla casa hanno spinto alcuni vicini a chiamare il “N.U.E. 112” e i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma sono stati immediatamente attivati.

Arrivati sul posto, i militari hanno intavolato una lunga trattativa con l’esagitata, che stringeva ancora tra le mani il coltello: approfittando di un momento di disattenzione della donna, i Carabinieri sono riusciti ad immobilizzarla e a disarmarla.

Dai racconti dei familiari, è emerso che altre volte, in passato, la donna aveva avuto simili comportamenti, ma che non avevano mai formalizzato alcuna denuncia.

Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito

Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito, solo la 44enne, considerate le sue condizioni, è stata trasportata al San Giovanni Addolorata, ma una volta in ospedale ha rifiutato qualsiasi prestazione sanitaria.

Una volta dimessa, è stata portata nella sezione femminile del carcere di Rebibbia.

Dovrà rispondere di ubriachezza, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 14066 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.