233 denuncie per clienti pay-tv pirata



Bene per il Codacons l’operazione contro la pirateria nel settore delle pay-tv, con la Guardia di Finanza che ha denunciato 223 utenti che utilizzavano abbonamenti non ufficiali alle pay tv per guardare in maniera illegale serie, film ed eventi sportivi.

USO ILLEGALE DELLE PAY-TV DETERMINA AUMENTO DEL PREZZI DEL +10%

Rivolgiamo un plauso alle Fiamme Gialle per l’importante operazione a tutela della legalità e degli utenti onesti – afferma il Codacons – Il fenomeno della pirateria nel mondo delle pay-tv va avanti da anni e coinvolge più di 5 milioni di italiani. Oltre a rappresentare una forma di illegalità, la pirateria porta ad un ingiusto incremento delle tariffe a carico di chi si abbona in modo regolare alle tv a pagamento.

5 MILIONI DI CITTADINI RICORRONO A PIRATERIA

In base alle stime del Codacons, infatti, la forte diffusione di piattaforme che consentono di vedere gratuitamente le pay-tv, ha effetti fino al +10% sui prezzi degli abbonamenti televisivi, a discapito di tutti gli utenti che in modo regolare acquistano pacchetti legati alle tv a pagamento.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.