Crimi: “Vorrei potervi ringraziare tutti, uno ad uno”



Così Vito Crimi sulla sua pagina Facebook:

Vorrei potervi ringraziare tutti, uno ad uno. Oggi in piazza c’erano tante, tantissime persone. C’era chi ha lavorato una vita intera per meritarsi la pensione. C’era chi lavora, ogni giorno, per arrivarci. C’erano giovani, famiglie, gruppi di amici arrivati da ogni parte d’Italia. Oggi in piazza c’erano persone con una dignità, semplice e potentissima, giunte a chiedere rispetto. Queste persone non meritano una politica che si approfitti di loro, che regala vitalizi e privilegi a chi trascorre pochi anni in Parlamento. Il vitalizio non è un merito. È un abuso, una vergogna che deve rimanere nel passato del nostro Paese.

Piazza da sempre del M5S

Qualcuno ha detto che oggi “il MoVimento si è ripreso la piazza”. No, il MoVimento 5 Stelle non si è “ripreso” niente. Nessuna piazza è mai appartenuta al MoVimento, come non è mai appartenuta ad alcun partito politico, o leader, o altro soggetto. Le piazze appartengono ai cittadini, alle loro voci, idee, valori, diritti. E noi non abbiamo mai abbandonato i cittadini.

Lavorato tanto

Abbiamo lavorato tanto per cancellare l’ingiustizia dei vitalizi, grazie all’iniziativa dei nostri portavoce, dalle regioni al Parlamento, con le delibere approvate alla Camera e al Senato. Lo abbiamo raccontato oggi alle migliaia di persone in piazza e a coloro che erano collegati in diretta. Ora non possiamo permettere che vengano reintrodotti, per mano di una commissione interna al Senato che non ha alcun legame con il Governo.

Ridare dignità ai cittadini

Mi rivolgo a quei senatori che hanno maturato il diritto a prendere il vitalizio, e adesso sono chiamati a decidere sui ricorsi di chi lo rivuole. Guardate questa piazza, queste persone. Immaginate quante ce ne sono così, in tutta Italia. Volete cambiare davvero? Volete che la politica sia davvero vicina a queste persone? Allora fate il primo passo, come già lo abbiamo fatto noi. Non calpestate di nuovo la loro dignità. Non approfittatevi, ancora, di loro. Il cambiamento è già iniziato, quando abbiamo abolito i vitalizi: adesso le pensioni dei parlamentari sono calcolate come quelle di qualunque altro cittadino nel nostro Paese. Non cancellate ciò che di buono stiamo facendo.

Governo e Parlamento lavorano ogni giorno per ridare dignità ai cittadini, riavvicinarli alle Istituzioni, rispondere alle loro esigenze con azioni e interventi concreti. Abbassiamo le tasse a 16 milioni di lavoratori dipendenti, aiutiamo chi vive in povertà assoluta e rilanciamo crescita e consumi, puntiamo al salario minimo. Sosteniamo imprese, famiglie, comunità. Combattiamo contro la criminalità organizzata e ci impegniamo per una giustizia rapida ed efficace. Difendiamo l’ambiente in cui viviamo, la salute dei cittadini, il loro diritto all’istruzione.

Stiamo lavorando bene, la strada è giusta. Dobbiamo andare avanti, non indietro. #MaiPiùVitalizi!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar photo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 24171 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.