Coldiretti: stop agevolazioni al riso che viola i diritti umani

birmania



Revocare le agevolazioni doganali europee al riso che arriva dalla Cambogia frutto di violazione dei diritti umani. E’ quanto chiede il presidente della Coldiretti Ettore Prandini in relazione alla discussione in corso presso la Commissione UE per la revoca temporanea delle concessioni EBA al paese asiatico dal quale nell’ultimo anno sono arrivati oltre 8 milioni di chili secondo proiezioni Coldiretti sul 2019.

Lista prodotti da colpire

Dopo aver accertato ripetute violazioni di diritti umani, civili e del lavoro in Cambogia, i vertici di Bruxelles hanno stilato una lista di prodotti, dallo zucchero alle scarpe, sui quali applicare dazi di ingresso ai confini comunitari ma senza inserire invece il riso del paese asiatico che è il terzo esportatore in Italia dopo Pakistan e Thailandia pur essendo da anni al centro di segnalazioni legate allo sfruttamento e all’accaparramento delle terre.

Sospensione regime EBA

La Commissione – spiega la Coldiretti – potrebbe decidere la sospensione del regime EBA, e i prodotti a cui si applicherebbe, entro il 12 febbraio, giorno che segue la fine del periodo di un anno dall’apertura della procedura di indagine da parte dell’UE, ripetutamente sollecitata da Coldiretti. Parlamento e Consiglio avranno poi due mesi di tempo per dare il proprio parere prima dell’entrata in vigore definitiva delle tariffe doganali, non prima del prossimo agosto 2020.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21894 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.