Roma, domenica l’accensione dell’albero di Natale. Polemiche per la casetta abbandonata di Villa Borghese



Mentre a Roma domenica si accenderanno le luci del nuovo albero di Natale a Piazza Venezia, “Spelacchio”, l’albero che nel 2017 diede vita a tante polemiche e portò il Codacons a rivolgersi alla Corte dei Conti, torna a far parlare di se.
L’associazione dei consumatori ha infatti realizzato un reportage, pubblicato alla pagina https://www.youtube.com/watch?v=DJkDKc7_Sik&feature=youtu.be , che dimostra come la casetta realizzata con il legno di “Spelacchio” e installata a Villa Borghese sia totalmente abbandonata a se stessa, e versi in condizioni di assoluto degrado.

CODACONS PUBBLICA REPORTAGE CHE ATTESTA ENNESIMO CASO DI DEGRADO CAPITALE

Come noto, dopo le polemiche del 2017 la Magnifica Comunità di Fiemme si era offerta di recuperare Spelacchio e utilizzare il suo legno per realizzare una casetta di panelli da utilizzare come Baby Little Home, dove cambiare e accudire i bambini piccoli tra fasciatoi, poltrone e giochi. La casa è stata realizzata a installata a Villa Borghese, nei pressi della ludoteca vicina a via Casina di Raffaello, ma non è stata mai aperta al pubblico – denuncia il Codacons – Oggi appare chiusa e transennata, abbandonata al degrado e all’incuria, regalando uno spettacolo pietoso e offendendo la disponibilità data dalla comunità del Trentino Alto Adige.

Un’offesa alla comunità trentina

“E’ l’ennesimo esempio di degrado capitale – attacca il presidente Carlo Rienzi – A distanza di due anni Spelacchio torna a far parlare di se, ancora una volta per le carenze e le incapacità dell’amministrazione che, nonostante gli sforzi fatti per trasformare l’albero in una casa, non sfrutta la struttura per i fini per cui è nata, e preferisce lasciarla abbandonata tra rifiuti e transenne”.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.