Caso Trenta, Cosentino (sindacato Militari): “Abbiamo chiesto approfondimenti”

Caso Trenta



Grazioso Cosentino, segretario generale aggiunto del sindacato dei Militari, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Riguardo il caso dell’alloggio dell’ex ministro Trenta

“Il nostro esposto è stato presentato alla Procura ordinaria. La procura militare si è mossa in autonomia e sta svolgendo le indagini per conto proprio. Si parla di demanio, quindi la procura militare sta facendo accertamenti. Noi non abbiamo fatto ipotesi di reato, abbiamo chiesto all’autorità giudiziaria di rilevare eventuali violazioni e in quel caso di procedere. Abbiamo chiesto approfondimenti sull’assegnazione dell’alloggio al marito della dott.ssa Trenta.

La Difesa ha 16500 alloggi all’incirca, 4500 sono discutibili perché sono assegnazioni sine titulo, alcuni non hanno legittimità di rimanervi. Nessuno si muove in tal senso per risolvere la questione. Il ministro della Difesa può chiedere la disponibilità dell’alloggio, ma quando decade dalla sua carica, l’appartamento va restituito. Dopo 90 giorni l’alloggio torna nella disponibilità della Difesa, non può essere assegnato senza criterio. Io ho dei dubbi sui criteri con cui è stato assegnato al marito della Trenta.

Per il ministro non si tratta di un privilegio avere un alloggio di servizio di quel tipo, perché ha delle attività di rappresentanza da svolgere presso l’abitazione. Qualcuno parla dell’appartamento di proprietà della Trenta nel quartiere Pigneto, lei ha detto: è un quartiere degradato per lo spaccio. Se facesse parte di un’altra forza politica che non aveva come cavallo di battaglia la lotta ai privilegi la questione sarebbe stata meno discutibile”.

Fonte: Radio Cusano Campus

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.