Giardino di Villa Massimo, a sei messi dalla riapertura di nuovo degrado

Giardino di Villa Massimo



“Dal 15 maggio 2019, giorno in cui la sindaca di Roma Virginia Raggi e la presidente del Secondo Municipio Francesca Del Bello hanno inaugurato il nuovo giardino di viale di Villa Massimo sono passati sei mesi esatti. Alla riapertura –per la quale i cittadini del nostro quartiere hanno dovuto attendere oltre sei anni- mancavano all’appello molti alberi dell’ex pinetina, la storica area giochi dedicata alla prima infanzia era stata ridotta ad un’unica altalena, e il locale bar adiacente al parco con il relativo servizio igienico risultava ancora chiuso.

Nuovi alberi piantati si sono nel frattempo quasi tutti seccati

Venne promesso ai cittadini che nel giro di poche settimane anche queste mancanze sarebbero state presto colmate, ma a tutt’oggi nulla è accaduto. Anzi, i pochi nuovi alberi piantati si sono nel frattempo quasi tutti seccati per mancanza di irrigazione, l’area giochi promessa è caduta nel dimenticatoio, il locale bar è sprofondato ancor più nel degrado e nelle scorse settimane è persino venuta giù pericolosamente anche parte della recinzione.

Lo storico giardino chiuso nel 2013 è stato restituito nel 2019 come una distesa brulla di polvere e di sterpaglie, e la vecchia pineta ombrosa e alberata è rimasta un ricordo sbiadito. Le false promesse e gli annunci a vanvera da parte delle istituzioni comunale e municipale che avevano accompagnato l’attesa della riapertura del parco per oltre sei anni sono tornate di nuovo ad essere la norma.” E’ quanto dichia in una nota il dott. Emanuele Iannuzzi, fondatore e portavoce del Comitato Viva Villa Massimo.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.